Notizie
Home > Notizie > Il Messaggero di Martedì 26 Marzo 2019

Il Messaggero di Martedì 26 Marzo 2019

Franco M. Ricci
Bottiglie bio con i nomi ispirati alle stelle
 
Poco a sud di San Gimignano, la città delle torri, si trova l’azienda fondata negli anni Novanta da Giorgio Comotti e Monica Rota. I loro vigneti, a circa 300 metri di quota, crescono su suoli ghiaiosi, ricchi di conchiglie fossili, a ricordare che qui una volta c’era il mare. Grazie ad un clima di solito abbastanza mite, è stato possibile adottare in vigna metodi di coltivazione rispettosi dell’ambiente, così oggi l’azienda può vantare la certificazione bio. In etichetta i nomi dei vini sono ispirati alle costellazioni che illuminano il cielo notturno della città e descrivono l’anima di una produzione che trova nel territorio la fonte d’ispirazione primaria. Molto particolare la Vernaccia Ori, dal manto brillante di sfumature dorate. Emana profumi decisi di pesche gialle e mimose, avvolti da note speziate di anice stellato e vaniglia. Al palato mostra freschezza e sapidità, una lunga scia speziata e fruttata precede gli immancabili soffi minerali.
 

Il Palagione
San Gimignano SI
 
Vernaccia di San Gimignano Ori Riserva 2016
Bianco Docg – Vernaccia 100% - € 15 - 4 Grappoli: La Grande Qualità di Bibenda
 
Il Messaggero di Martedì 26 Marzo 2019 / Il Palagione
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina