Notizie
Home > Notizie > Il decanter di Aladino

Il decanter di Aladino

Cinzia Bonfà
Dal n.172 di
Fotografia

C’è un nuovo decanter nell’universo enologico, ultraintelligente e veloce, si chiama ISommelier Smart Decanter e lo ha creato iFavine, un gruppo internazionale nato nel 2013 e guidato dall’imprenditore cinese Eric Li. Il costo si aggira sui 1500 euro e Harrods online lo vende a 1299 sterline. Questo decanter riduce i tempi di decantazione di qualunque vino a pochi minuti grazie a un flusso di ossigeno purificato consentendo di degustare in poco tempo vini di grande pregio e anche di annate vecchissime. Accade che un minuto di ossigenazione di un vino, di qualsiasi annata, corrisponda a un’ora di decantazione tradizionale senza nessuna alterazione delle caratteristiche organolettiche del vino. La caraffa con dentro il vino viene messa su una base, poi sul display vengono impostate le informazioni del vino, quali annata, gradazione, tipologia, in base alle quali l’apparecchio calibra l’ossigeno da insufflare dentro che andrà dal basso verso l’alto per un’ossigenazione omogenea. Prima, però, la base filtra l’aria dell’ambiente circostante separando l’ozono e gli altri gas eliminando così umidità, polvere, inquinamento e odori. Il tutto senza nessun intervento chimico. 

ISommelier è stato presentato nell’ultimo “Grand Tasting”, la fiera dei migliori vini francesi che si tiene da dieci anni a Parigi ricevendo subito un premio per il prodotto più innovativo, sempre nel campo del vino. In Italia ha avuto il riconoscimento “Smart Label”, nel 2015, assegnato ai prodotti d’avanguardia del settore Ho.Re.Ca. alla fiera Host a Milano. Esiste anche l’App iFavine attraverso la quale si possono avere informazioni sull’azienda, programmare da lontano le impostazioni di decantazione e inviare commenti sul vino degustato in modo che l’azienda stessa possa sapere in tempo reale quando e dove viene consumata una delle sue bottiglie. ISommelier nasce proprio da un fatto realmente accaduto proprio a Eric Li che, invitato una sera a una cena in un prestigioso ristorante, aveva sentito un suo amico dare disposizioni ore prima sul vino che avrebbero dovuto bere: un vino tanto importante quanto legato a una vendemmia rarissima. Da qui l’esigenza di scegliere un qualsiasi vino al momento della cena o del pranzo, senza dover attendere delle ore. Certo, tutto molto più pratico, pulito, evoluto, però vuoi mettere il calore e la poesia che regala il sommelier? Colui che decanta davanti al consumatore il vino scelto, sì al momento, ma aspettato che sia al suo diapason di beva, magari dietro la luce gialla di una candela. Ecco tutte queste cose non ci sono più. Non ci sono più quei valori, quella gestualità, quel rito legati ai sommelier di sala che solo i grandi ristoranti oramai possono permettersi; allora pensandolo per i ristoranti privi di sommelier e per i wine lovers comuni, iSommelier diventa più fruibile e di uso comprensibile come oggetto innovativo in sé. D’altronde esistono oramai molti contenitori per decantare varie tipologie di vino dalle forme più strane e flessuose, di cristallo o vetro.

C’è un decanter, in particolare, che ha la forma di una lampada di Aladino o di una teiera trasparente, chiamato Ovarius, che è una creazione tridimensionale proveniente da ricerche di energia Cinetica: “L’energia è dell’informazione in movimento e permette di affermare che ogni essere è un frattale dell’Universo. Ovarius è stato creato come rilevatore dell’energia del vino, offrendo all’essere l’elevazione della coscienza alla 4a dimensione, che è il movimento”. In parole povere possiamo asserire che il “movimento” è alla base di tutto questo concetto un po’ complicato e Ovarius sostanzialmente è nato per decantare vini naturali e biodinamici ma che ora, in molti, utilizzano anche su vini giovani importanti. Bastano due minuti nell’Ovarius e il vino è pronto. Anche per lui due minuti corrispondono a due ore. Ovarius è distribuito dalla Velier ma si trova su internet intorno agli 80 euro; è un pezzo unico, soffiato a mano in maniera ancestrale e sembra che funzioni egregiamente. Innovazione e tradizione anche sui decanter; a ognuno il suo, tutti validissimi magari qualcuno avvolto da quel non so che di mistero ma creato per un unico protagonista: il vino, una delle forme viventi più affascinanti che ci fa sempre più sognare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina