Bibenda
Notizie
Visualizza tutte le notizie
La giornata della Cultura del Vino, story
Correva l'anno 2007, così lo storico scrive i suoi ricordi, quando da un'idea di Franco M. Ricci, Sommelier a Roma, nacque la GIORNATA DELLA CULTURA DEL VINO.
Pubblicato il 09/05/2022
Correva l'anno 2007, così lo storico scrive i suoi ricordi, quando da un'idea di Franco M. Ricci, Sommelier a Roma, nacque la GIORNATA DELLA CULTURA DEL VINO.

La sua era un'idea piena di significati per far progredire nella preparazione Culturale il mondo vino.

No degustazioni o incontri dove il vino veniva semplicemente assaggiato, ma elementi di discussione per cambiare il Paese.

Da qualche anno, erano gli anni Novanta, c'era CANTINE APERTE: l'ultima domenica di maggio vigne e cantine soltanto per i visitatori, assaggi, passeggiate, un salto nell'apparato dove il vino nasce e si imbottiglia.

Era bello, e lo sarebbe stato ancor di più se Cantine Aperte fosse stato per tutti i giorni. Ma provocava l'ira degli agenti di commercio i quali non mandavano giù che i visitatori comprassero il vino in cantina.

La nostra disapprovazione era forte, il nostro urlo nei loro confronti era durissimo: chi conosce il Produttore sente il vino più buono, e rafforza il mercato interno!
© shutterstockPassarono gli anni e proprio nel 2007 organizzammo

LA PRIMA GIORNATA DELLA CULTURA DEL VINO, ebbe per tema IL TURISMO DEL VINO.
Furono ampie le discussioni con importanti personaggi e produttori e si arrivò persino all'idea dei Resort in Vigna. Perché l'idea qualcuno l'aveva messa in pratica.

Nacque anche CAMERE SU VIGNA, il lusso dei Produttori per dare di più ad un consumatore attento.

Da quel 2007 le abbiamo organizzate ogni anno le Giornate della Cultura del Vino, sempre all'avanguardia, sempre basate su progetti concreti.

Roma è sempre stata il faro delle idee da regalare al mondo vino e Franco M. Ricci fece diversi tentativi affinché questa giornata venisse celebrata in tutta Italia ma con scarsi risultati.
Poi, fu nel 2014 che, in concomitanza con la nostra elevazione a Fondazione Italiana Sommelier, per una più attuale e moderna strategia di comunicazione, elevammo a FORUM anche il nostro incontro annuale.

Fu un’idea formidabile quella di continuare a incidere con la parola e non con apertura di bottiglie, più profondamente sull’emancipazione culturale.

In questi 15 anni questa Giornata dedicata è stata sospesa soltanto una volta, nel 2020, per il Covid.
Il Vino a Scuola
Fu memorabile quel 2015 quando la rinnovata giornata del 9° FORUM SULLA CULTURA DEL VINO, trattò "IL VINO A SCUOLA", fatto che portò Massimo Fiorio, affianco alla Fondazione Italiana Sommelier, il Vice Presidente della Commissione Agricoltura del Governo Renzi, ad essere il primo firmatario di una legge formidabile che avrebbe coinvolto alcuni Istituti italiani nell'insegnamento del Vino, dell'Olio e dei Prodotti della Terra.

La sospensione dell'iter legislativo, dopo la caduta del Governo e il Covid, manifestò due tentativi che ancora seguiamo attentamente di due cari amici, il Senatore Dario Stefano e il Ministro Renato Brunetta.

Speriamo di celebrare un nostro Forum con il tema più importante in assoluto, quello dell'insegnamento del Vino.
il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella all'11° Forum della Cultura del VinoFu nel 2018 che il Forum venne consacrato elemento indispensabile per raccogliere le esigenze culturali che solo il vino sa generare, che il Forum della nostra Fondazione  era l'unico veicolo di trasmissione concreta per cambiamenti certi, moderni e significativi e non accostamenti artificiosi con Istituzioni, con intese vuote di contenuti non utili al Paese.

E soprattutto, quasi per una "beneficenza" non dovuta,  associazioni e consessi poco o niente attinenti alla Cultura del Vino cominciano a profanare questa realtà di emancipazione.

Fu nel 2018, dicevamo, che al nostro FORUM DELLA CULTURA DEL VINO arrivò il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e consacrò il nostro lavoro quotidiano di una Scuola unica al mondo per una preparazione autentica alla Cultura del Vino.
© Fondazione Italiana Sommelier
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella incontra la Fondazione Italiana Sommelier nella figura del suo Presidente Franco Ricci
Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sul palco del 12° Forum Internazionale della Cultura del Vino con il Presidente della Fondazione Italiana Sommelier, Franco Ricci.
Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sul palco del 12° Forum Internazionale della Cultura del Vino con il Presidente della Fondazione Italiana Sommelier, Franco Ricci.
Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sul palco del 12° Forum Internazionale della Cultura del Vino con il Presidente della Fondazione SommelierSeguì nel 2019 il Forum della nostra importante presenza al Bambino Gesù di Roma, l'Ospedale Pediatrico nel quale abbiamo realizzato un Corso per Sommelier per trenta ragazze e ragazzi e durante il Convegno a loro dedicato è stato l’allora Presidente del Consiglio Giuseppe Conte a intronizzare questi giovani Sommelier.

Nello stesso Forum organizzammo anche una raccolta fondi per l'acquisto di una macchina per i trapianti e per i tumori. La generosità di Produttori, amici Sommelier fu significativa perché all'Ospedale arrivarono 270.000 Euro.

La Presidente e il Direttore Generale del Bambino Gesù presero la parola in quel Forum e fu parola univoca per far entrare la nostra Cultura nel loro Ospedale.

Oggi vogliamo tenervi con il fiato sospeso: non parleremo per ora del  15° Forum della Cultura del Vino in programma il 4 Luglio  prossimo perché l'idea del tema è formidabile e in fase di  preparazione e possibile attuazione, non si parla.

Lo storico ha tentato di far capire che la Giornata della Cultura del Vino è una nostra idea, più propriamente di Franco M. Ricci il quale per primo iniziò a gridare che il vino è Arte e Cultura grande del nostro Paese, è diversità e ricchezza.

Specialmente al ricordo di non aver mai avuto il Diploma di Sommelier perché in quegli anni si era "Aderenti" se avevi una laurea e se eri un dirigente di una Compagnia di Assicurazioni.

Quel diploma era soltanto per Ristoratori o Enotecari… Da allora, la strada è stata lunga e bella, il cambiamento pure.
Oggi il Corso di Sommelier ti cambia la vita. In meglio E lo fa anche con i Medici e gli Avvocati.
Lo Storico dei Sommelier
© RIPRODUZIONE RISERVATA