Notizie
Home > Notizie > Il Messaggero del 22 settembre / Poggio Le Volpi e Farnese Fantini

Il Messaggero del 22 settembre / Poggio Le Volpi e Farnese Fantini

Una veste dorata alle pendici dei Colli Albani
Nel cuore dei Castelli Romani, alle pendici dei Colli Albani, su un territorio di antica origine vulcanica, Poggio Le Volpi produce una gamma di alta qualità e ben articolata di prodotti che esprimono la loro territorialità, pur mantenendo profili tipicamente varietali, magistralmente esaltati da tratti di spiccata eleganza. Adiacente alla tenuta, nell’accogliente spazio dell’enoteca aziendale, si possono vivere esperienze sensoriali di altissimo livello. Tra i prodotti di spicco è decisamente interessante il Donnaluce, nella sua brillante veste color oro. Ricco di dolci toni di ananas, mango e pesca gialla, quindi tiglio e gelsomino, seguiti da una sfumatura di mandorla verde e sbuffi che ricordano lo iodio marino. Altrettanto ricco al palato, morbido e fruttato, con chiusura coerente con i profumi percepiti al naso e una lunghissima scia sapida. Abbinamento da non perdere: spaghetti alla chitarra con funghi porcini trifolati, burro e parmigiano.

Poggio Le Volpi
Monteporzio Catone (Roma)

Donnaluce 2018 
Bianco Igt - Malvasia del Lazio 60%, Greco 30%, Chardonnay 10% - € 15 - 5 Grappoli: l’Eccellenza di Bibenda

Il Messaggero di martedì 22 settembre 2020

Il conquistatore dei continenti dal volto rubino
Nei primi anni Novanta Valentino Sciotti, Filippo Baccalaro e Camillo De Julis con un piccolo investimento fondano la Farnese Vini e partono alla conquista dell’Italia e del mondo. Di fatto, nel corso degli anni, i 5 continenti vengono “conquistati” tutti. Oggi, Valentino Sciotti prosegue la sua cavalcata alla guida di un gruppo ormai oggetto del desiderio dei più ambiziosi investitori del pianeta. Il Cinque Autoctoni, audace blend tra uve di diverse regioni, più di ogni altra etichetta ne testimonia la gestione illuminata. Dalla bottiglia con la scritta in oro (vero!) scende rubino nel calice, con intensi profumi di prugne e frutti di bosco in confettura, macchia mediterranea, bacche di ginepro e corbezzoli, cannella e tabacco dolce. Sorso pieno e morbido, reso agile da adeguata freschezza. Tannini vellutati. Blend transregionale anche per l’abbinamento: zuppa di funghi pioppini, cardoncelli, finferli e spugnole con crostini agliati di pane toscano.

Farnese Fantini
Ortona (Chieti)

Cinque Autoctoni Edizione 17 Collection Limited Release 
Rosso - Montepulciano 33%, Primitivo 30%, Sangiovese 25%, Negroamaro 7%, Malvasia Nera 5% - € 30 - 5 Grappoli: l’Eccellenza di Bibenda
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina