Notizie
Home > Notizie > Alle pendici del Subasio

Alle pendici del Subasio

Nila Halun
Dal n.18 di
Fotografia

“Mostra l’eleganza di un Margaux...” questo è quanto scrive Robert Parker descrivendo il

Villa Fidelia Rosso 2000, Cantine Sportoletti, assegnandogli poi un punteggio di 94/100. Ora, se percorrete la splendida strada che, costeggiando le pendici del Monte Subasio unisce Spello ad Assisi, come faccio ogni giorno per raggiungere la mia Enoteca, vi accorgerete quanto differente sia il paesaggio collinare umbro da quello del Médoc. Assolati pendii dove si alternano olivi e viti, macchie di lecci e roverelle, di contro alla grigia piana alluvionale posta alla foce della Gironda. Qui, appena superato Spello ed i cipressi secolari che ornano il parco della settecentesca Villa Fidelia, troviamo la Cantina Sportoletti, al centro di ampi vigneti che si dispiegano in leggera pendenza fino agli olivi che li delimitano nella parte settentrionale.

Da queste parti la famiglia Sportoletti, da generazioni in agricoltura, si è sempre dedicata con passione anche alla produzione del vino. Nel 1979 nascono le prime bottiglie con etichetta propria. Da allora è iniziato il lungo cammino alla ricerca del perfetto equilibrio tra innovazione e tradizione, avvalendosi anche, dal 1998, della prestigiosa consulenza del winemaker Riccardo Cotarella. Lo scopo è sempre stato quello di valorizzare al massimo le potenzialità del terroir, le colline tra Spello e Assisi, dove sono ubicati i 26 ettari di vigneto dell’Azienda.

Da sempre viene dedicata particolare attenzione alla conduzione dei vigneti, iniziando dalla potatura invernale, per preservare intatte tutte le caratteristiche del territorio, in ogni vitigno, fino al bicchiere. Frutto di un ambiente unico, per caratteristiche pedoclimatiche ma anche e soprattutto per l'atmosfera che unisce la bellezza del paesaggio alla spiritualità Francescana.

Attualmente sono cinque i vini prodotti: Assisi Rosso Doc, Assisi Grechetto Doc, Villa Fidelia Bianco Igt, Villa Fidelia Rosso Igt, Villa Fidelia Passito Igt, oltre ad un ottimo Extravergine d’Oliva biologico.

La neve caduta sul Subasio in questa gelida Pasqua, e un piatto di polenta con ragù e salsicce che mi attendeva a casa, ha fatto cadere la mia scelta sul Villa Fidelia Rosso 2004 (probabilmente una delle annate migliori).

Profondo colore rosso scuro, molto complesso al naso con profumi di frutti scuri e spezie dolci, liquirizia e cuoio, accompagnati da note balsamiche. All’assaggio delinea una forte personalità unita ad eleganza, con tannini setosi ed equilibrati e dotato infine di una lunga persistenza.

Villa Fidelia è al 70% Merlot con percentuali residue di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, sosta 12 mesi in barrique di rovere francese seguiti da 24 mesi di affinamento in bottiglia.

 

Sportoletti

Via Lombardia, 1

Spello (PG)

Tel. 0742 651461

www.sportoletti.com

info@sportoletti.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina