Notizie
Home > Notizie > Il Messaggero di Martedì 15 Maggio 2018

Il Messaggero di Martedì 15 Maggio 2018

Franco M. Ricci
La prima volta della Doc targata Roma

Roma è, incredibilmente, una delle Denominazioni di Origine Controllata di più recente riconoscimento. Pochi anni, solo un pugno, questo spiega forse il perché del dominio quasi assoluto nel Lazio di altre Doc regionali come Castelli Romani e Frascati, di sicuro più diffuse e conosciute a scapito della nuova Doc, finora inserita nella gamma produttiva di pochissime realtà. Tra queste, l’azienda di Felice Mergè a Monteporzio Catone, produttore lungimirante che ha puntato su una versione che conquista il palato già alla prima annata prodotta. Da uve rosse vinificate in acciaio, dopo dodici mesi di barrique nel calice mostra un colore rubino vivo, fitto e impenetrabile. Naso ampio nei profumi di visciole e prugne, incorniciati da erbe aromatiche e timbri speziati che ricordano cannella e chiodi di garofano. Sorso di grande struttura, avvolgente e morbido, dal tannino impeccabile, chiusura su note balsamiche e lievemente speziate.
 
Poggio Le Volpi
00040 Monteporzio Catone
 
Roma 2014
Rosso Doc - Montepulciano, Syrah, Cesanese - 13% - € 20
5 Grappoli: l’Eccellenza di Bibenda



 
 
Il Messaggero di Martedì 15 Maggio 2018 / Poggio Le Volpi
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina