Bibenda
Notizie
Visualizza tutte le notizie
L'azienda che non abbiamo pubblicato
Pubblicato il 28/09/2012
Fotografia

Sta per compiere un anno di bottiglia il vino di Casa BIBENDA prodotto per celebrare i dieci anni della rivista. Nato per gioco e cresciuto nei magazzini climatizzati che custodiscono anche tutte le altre bottiglie destinate alla Guida ai Migliori Vini d’Italia e a tutti gli eventi che organizziamo a Roma, per una rotazione complessiva di bottiglie con numeri a 6 cifre.
Assaggiato in anteprima a dicembre dell’anno scorso, Romanzo ha raccolto subito un buon successo da un popolo del vino certamente più esigente che ben disposto. Eppure, Romanzo è piaciuto.
Quest’anno, a settembre, negli assaggi coperti dei vini finalisti, ossia di quei vini destinati a ricevere o a non ricevere i Cinque Grappoli, per curiosità e soprattutto per amor del vero (onestà gustativa) ci abbiamo “infilato” in mezzo il nostro Romanzo. Ben coperto.
Chi erano gli altri concorrenti mascherati? Non possiamo ancora svelarlo perché i Cinque Grappoli saranno comunicati non prima della prossima settimana, ma possiamo tranquillamente affermare che si tratta campioni di spicco, grandi calibri di Toscana, soprattutto.

È stato istruttivo e, non lo nascondo, molto divertente ascoltare i commenti dei nostri degustatori migliori, quelli deputati a stabilire le sorti dei vini migliori d’Italia. Il nostro Romanzo - all’unanimità - ha sbaragliato la concorrenza, spiazzando però i degustatori. Non per via della qualità, ma per la non riconducibilità… “…fantastico, senti che velluto, certo non saprei proprio dire da quale territorio proviene. Per me è 92/100.” “91/100. Profumatissimo, viole e rose soprattutto, poi note fruttate ghiotte, che uve saranno?” “Si capisce che vuole piacere a tutti i costi, eppure è elegantissimo. Per me 92/100. Grande fattura… Chi lo fa?” “Che spezie, che tannini, quant’è nobile. 91/100… che cos’è?”
Ragazzi, è Romanzo un anno dopo: Lazio Rosso Igt - Sangiovese, Merlot e Syrah - Gradazione 14,5% - Bottiglie ancora disponibili? Nessuna. “Purtroppo” è finito. Quei soci che hanno avuto il privilegio di acquistarne una cassa potranno togliersi lo sfizio di monitorare la promessa evolutiva nel tempo del nostro “campione”, sicuramente in crescita ancora per qualche anno. Gli altri - se saranno fortunati - potranno apprezzarlo durante qualche bel viaggio. Le ultime casse se le è assicurate Alitalia per quei passeggeri che possono permettersi il volo in Magnifica.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA