Bibenda
Notizie
Visualizza tutte le notizie
Il Messaggero del 12 aprile
Fattoria di Montechiari e Casa Setaro
Pubblicato il 12/04/2022
Fattoria di Montechiari - Merlot 2017Gamma solida e dalla forte personalità
A metà strada tra Lucca e Montecatini Terme, in una zona dai paesaggi suggestivi e dalle potenzialità qualitative ancora non totalmente espresse, la Fattoria di Montechiari sebbene di destinazione vitivinicola recente, vanta radici che risalgono al XIV secolo. Moreno Panattoni, proprietario entusiasta, ne ha affidato la direzione produttiva all’enologo Stefano Chioccioli, con l’obiettivo di ottenere una gamma solida e dalla forte personalità. Così è: stile impeccabile e linguaggio orientato ai canoni internazionali, come testimoniano i vitigni utilizzati, dallo Chardonnay al Sémillon, dai Cabernet Sauvignon e Franc al Merlot. Quest’ultimo nel calice appare rubino con riflessi granato, ricco di sentori di prugne al forno, chiodi di garofano, note mentolate. Bocca altrettanto ricca, tuttavia fresca, con una bella vena sapida a chiudere su sensazioni speziate, retaggio della lunga sosta in barrique. Perfetto con il buglione d’agnello.

Fattoria di Montechiari
Montecarlo LU

Merlot 2017
Rosso Igt - 4 Grappoli: la Grande Qualità di Bibenda
Il Messaggero del 12 aprile 2022
Casa Setaro - Lacryma Christi Rosso Don Vincenzo Riserva 2015Sapori variegati da vitigni tutti autoctoni
Proprietario, enologo, agronomo: nelle mani di Massimo Setaro dal 2004, in pochi anni quest’azienda ha assunto una connotazione ben definita sul mercato vitivinicolo, forte di una produzione basata esclusivamente sui vitigni autoctoni. Una gamma composta da vini precisi, nitidi, molto a fuoco, variegati nei sapori e nei profumi, coerenti con le caratteristiche dei vigneti situati in varie zone e toccati da differenti microclimi. Il Don Vincenzo, grazie alle sue caratteristiche organolettiche, alla sua struttura risoluta ed elegante, è ormai un’assoluta conferma. Bella tonalità granato, profuma di confettura ribes, more rosse di gelso, rose e chiodi di garofano, note agrumate lievi e più decise quelle balsamiche. Caldo al sorso, importante spalla acida, tannini di ottima fattura. Lungo ricordo speziato e balsamico, frutto della lunga permanenza in botte grande. Per la colazione a base di ricotta salata, salame napoletano e casatiello.

Casa Setaro
Trecase NA

Lacryma Christi Rosso Don Vincenzo Riserva 2015
Bianco Dop - 4 Grappoli: la Grande Qualità di Bibenda
© RIPRODUZIONE RISERVATA