Bibenda
Notizie
Visualizza tutte le notizie
Il Messaggero del 7 settembre
Tenute Silvio Nardi e Terre di Tora
Pubblicato il 07/09/2021
Un Brunello profumato di ribes e viole
Un totale di 80 ettari vitati, ripartiti in tre tenute, a Casale del Bosco, quella storica cuore dell’azienda, a Manachiara e a Bibbiano.  In azienda prosegue la ricerca scientifica assieme alle selezioni clonali, un processo avviato ormai da parecchi anni che ha accompagnato una crescita qualitativa costante e riconosciuta delle etichette, grazie alla combinazione dei cloni tipici della zona con i suoli e lo stile aziendale. I biotipi di Sangiovese “Nardi” in corso di certificazione sono ben cinque, a testimonianza dell’importante lavoro svolto. Il Brunello “base”, figlio di una delle migliori annate di questo secolo, fa la sua figura anche accanto ai colossi suoi fratelli provenienti dai cru Doria e Manachiara. Di un bellissimo colore acceso, profuma intensamente di ciliegia, ribes, viola, pepe nero e cuoio. In bocca sfoggia ottima freschezza, tannino setoso, finale coerente e lungo. Sarà perfetto per l’agnello con patate al rosmarino. 

Tenute Silvio Nardi
Montalcino SI

Brunello di Montalcino 2015
Rosso Docg – € 38 – 4 Grappoli: La Grande Qualità di Bibenda

Il Messaggero del 7 settembre 2021

Quel vigneto alle pendici del vulcano
Di nascita recente, l’azienda si trova in comune di Tora e Piccilli, borgo molto grazioso che si erge sull’area che ospitava la bocca laterale del vulcano di Roccamonfina, ai tempi dell’eruzione di Pompei già spento da un paio di secoli. In ogni caso, le peculiarità donate al terreno dalle sue origini sono tuttora ben presenti e in grado di trasmettere alle uve qui coltivate, e di conseguenza ai vini, doti di indiscutibile qualità. Qui si coltivano soltanto uve Aglianico che danno vita agli unici due vini in produzione. Il Rebalto appare di un fitto colore rubino, con qualche riflesso porpora. Ampio di profumi fruttati, dalle amarene ai mirtilli, con un ricco corredo di spezie, la cannella in primo piano su sfumature balsamiche. Morbido al palato, struttura copiosa e fresca al tempo stesso, tannini in bella evidenza ma levigati, equilibrato. Scia finale su note tostate. Da provare con le quaglie al tegame con alloro, olive e funghi galletti.

Terre di Tora
Tora e Piccilli CE

Aglianico Rebalto 2017 
Rosso Igp – € 30 – 4 Grappoli: La Grande Qualità di Bibenda
© RIPRODUZIONE RISERVATA