Notizie
Home > Notizie > IL SILENZIO E LE PAROLE

IL SILENZIO E LE PAROLE

Angelo Gaja compie 80 anni. Un traguardo. No, una storia per sempre.
Ho conosciuto Angelo alla fine degli anni Ottanta ed è subito stato amore a prima vista: un arcobaleno di emozioni che ha avvicinato due persone legandole ad un pensiero unico e ad un affetto di intelletto formidabile.
 
Si doveva parlare di vino, in un linguaggio comprensibile ma di alto valore, con acume, finezza e sagacia: e lui era lì con noi.
 
Si doveva ragionare di vino, con editoriali, pensieri, opinioni di prestigio, conversazioni e scritti indelebili, con notizie che regalassero certezze. E lui sempre sul pezzo, a donare.
 
Si doveva parlare dei suoi vini e lui, pudico, riservato, ci accompagnava a farlo, non voleva essere protagonista della parola.
 
Per i suoi vini, con la serena attenzione del cronista, Bibenda gli ha sempre assegnato la "corona" di miglior Produttore d'Italia (e del Mondo).
 
Le sue Lectio Magistralis sono emozionanti, un intellettuale della parola e del silenzio. Sì, perché è vero che tutti lo sanno oratore anche di tempi lunghi, lunghissimi, ed è vero che le sue parole si ricordano per la vita. Ma è anche un maestro del silenzio. Che pratica ogni giorno per non ostentare un protagonismo dei suoi valori.
 
Quel silenzio così prezioso quando la parola non serve.
 
Angelo Gaja compie 80 anni. Per me una grande gioia di averlo conosciuto ed aver scambiato con lui attimi di vita e di aver condiviso concetti, idee e obiettivi, sensazioni e testimonianze.
 
Lucia, sua moglie, Gaia, Rossana e Giovanni sono stati e sono la sua ricchezza. L'impero del Vino è la cornice di questa ricchezza, insieme all'amicizia, quando questa è per la vita.
 
Angelo Gaja compie 80 anni.
Auguri Angelo da tutti noi a Roma, in Italia e nel Mondo, di noi che la pensiamo così, da sempre così, come ci condividi. E grazie di averci donato il tuo silenzio e le tue parole.
 
Franco M. Ricci


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina