Notizie
Home > Notizie > Sogno di un brindisi di inizio estate

Sogno di un brindisi di inizio estate

Cinzia Bonfà
Dal n.191 di
Fotografia

Con l’arrivo dell’estate si è più inclini a prediligere vini bianchi fermi oppure a tuffarsi nell’attimo fuggente di eccellenti bollicine. È giusto bere ciò che ci fa più piacere e bisogna rallegrarsi un po’ dopo la lunga egemonia dei rossi. Per non annoiarsi meglio scegliere vini briosi e di grande struttura che aiutino a spezzare la routine per arrivare grintosi alle tanto aspettate ferie o per superare tutti i momenti “no” per coloro che invece le ferie non le potranno fare.

Ecco dunque la mia scelta su un Franciacorta talentuoso, di carattere che dà un giusto carico d’energia per ogni situazione.

Il Franciacorta Valentino Maiolini Riserva 2005 ha un’anima forte, un vino complesso che però ha un ragguardevole apporto di eleganza dovuto al 90% di Chardonnay (il resto Pinot Nero). Questa Riserva, principalmente nata per celebrare il fondatore Valentino Maiolini, fa non meno di 120 mesi sui lieviti ed è dedicata alle migliori annate. Vino aristocratico che piace sia agli amanti delle cuvée sia ai puristi. Indossa un abito dorato e brillante con un perlage finemente presente nei numerosi volteggi nel bicchiere. L’olfatto è cangiante, viene fuori poco alla volta e questo piace agli “iniziati” che ne apprezzano il carattere austero e non avaro. Così esordisce con sensazioni di mela e alchechengi, di sidro e torroncino alle nocciole per poi espandersi nei profumi di pasticceria spinta e goduriosa come il babà al limoncello. Al centro non smette di esistere una sottile vena minerale di sale e di gesso. Il piglio gustativo è da cavallo di razza: struttura sapida e fresca, bilanciata da una morbidezza adeguata e da una cremosa effervescenza. Retrolfatto lunghissimo e coerente. Grande espressione dello stile aziendale giocato sempre sull’eleganza e al contempo su una ricchezza mai gridata, che non stanca, anzi che invoglia a ripetuti assaggi.

Diverse volte mi sono imbattuta a raccontare di questa bella cantina di Ome ponendo l’accento sullo stile sempre raffinato di tutti i suoi vini, dovuto all’unicità del terreno in questo angolo di Franciacorta. Infatti, il segreto dei vini della maison sta nel “medolo” che non è un refuso ma è il termine locale che identifica il calcare bianchissimo stratificato nei millenni all’interno dei suoli di Ome e mineralità e sapidità derivano proprio da questo substrato. Questa Riserva viene tenuta sveglia dal medolo che preserva e valorizza una bella corrente fresca e salina anche dopo lunghe soste sui lieviti.

Dunque, per un appagamento interiore, per sentirsi gratificati, per aspettare l’estate o per riuscire a superarla, ecco un brindisi in controtendenza, con bollicine franciacortine dall’animo un po’ retrò, perché in qualsiasi momento dell’anno, lo Spumante italiano può essere una dimensione dello spirito e un fantastico stile di vita.


Majolini
Via A. Manzoni, 3
Località Valle Ome BS

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina