Notizie
Home > Notizie > Metti una sera…

Metti una sera…

Giada Piper
Dal n.180 di
Fotografia

Una sera tornate a casa e avete voglia di un brodo caldo.
Chi di noi durante gli ultimi sprazzi invernali, non ha voglia di minestre calde?
Ricordiamoci che nell'antichità come oggi si usavano pezzi di carne per dare più sapore al brodo e per non farli deteriorare, questi, si cucinavano con odori vari. Ai quei tempi non esistevano i frigoriferi in tutte le case.
Ma oggi la nostra ricetta varierà con il brodo vegetale per attenerci ad una delle tante regole ebraiche che vietano di mischiare nello stesso pasto e nello stesso piatto carne e latte.
In questo caso il brodo di carne e la ricotta.
Tutt’oggi prima delle pulizie di Pasqua, si usa svuotare il freezer e sbrinarlo.
Con questo frescolino, mi è venuto in mente un piatto molto semplice e facile da preparare ed altrettanto buono per potersi riscaldare, quindi ho deciso di rifarmi ad una vecchia ricetta di mia nonna che in cucina era una sorta di Ida Biondi. Agnolotti in brodo con ripieno di ricotta, bieta e uva sultanina. Ingredienti per la pasta all'uovo: 400gr farina grano tenero 4 uova intere Un pizzico di sale(facoltativo) Preparazione: Fate una fontana con la farina,fateci un cratere nel centro e metteteci le uova, facendo attenzione che non siano state fecondate (si noterebbe da un puntino scuro tra l'albume ed il tuorlo), cominciare a lavorare la pasta su una superfice e fare una palla quasi perfetta. Copritela per mezzora sotto un’insalatiera o un panno. Riprendete a lavorare la pasta e piano piano fatene una sorta di disco con le mani e se vedete che l'impasto è troppo morbido aggiungete pochissima farina. Prendete un mattarello e cospargetelo di farina e cominciate a stendere la pasta il più possibile creando un disco sempre più largo ed eterogeneo. Quando la sfoglia sarà quasi trasparente cospargetela di farina su entrambi i lati tenendola al buio per quanto più tempo potete. Ingredienti per il ripieno: Bieta fresca250 gr Ricotta 125gr Parmigiano reggiano 50 gr (facoltativo) Noce moscata 1/4 di cucchiaino Uva sultanina fresca 50gr Sale q.b. Pepe q.b. Cipolla q.b. Olio extra vergine d'oliva Brodo vegetale 1/5lt o di carne con muscolo ginocchio sbordone/almone e gallina.
In questo caso useremo il brodo vegetale.
Preparazione: Mondate la cipolla, mettetela in una padella e fatela soffriggere, quando è dorata mette la bieta la ricotta e unite la noce moscata il sale il pepe. Spegnete la fiamma quando la bieta comincerà ad ammorbidirsi con il siero della ricotta e frullate leggermente fino a creare un composto omogeneo, infine unite l’uva passa ma senza frullarla, aiutandovi a mischiarla con un cucchiaio. Dopo aver tagliato la pasta a strisce in rettangoli lunghi ponete il composto all’interno e create degl'agnolotti sovrapponendo l'altra striscia e così con tutte le strisce ed il composto di cui disponete. Naturalmente se vi dovesse avanzare la pasta o il composto potrete tranquillamente surgelarle, massimo 3 mesi. Fate bollire il brodo vegetale che avrete preparato precedentemente fino a che non vedete salire in superficie i vostri agnolotti e il nostro piatto è pronto da mangiare. Servitelo caldo e se volete aggiungete del parmigiano. Questo piatto può essere condito anche semplicemente con burro e salvia o con un sugo di pomodoro e basilico. Queste ricette seguono le regole dell'alimentazione ebraica kosher.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina