Notizie
Home > Notizie > Sommelier in Viaggio nelle birre italiane

Sommelier in Viaggio nelle birre italiane

Cinzia Bonfà
Dal n.176 di
Fotografia

A volte si ha voglia di una “schiuma” diversa che non sia legata al famoso perlage e potrebbe essere giunta l’ora di un buon bicchiere di birra. La scelta oggi di queste birre è del tutto occasionale, priva di qualunque schema e dettata solo da forte curiosità gironzolando, in modalità random, tra gli scaffali del settore.


Taquamari

Birra prodotta da Pausa Cafè presso la Casa di Reclusione Rodolfo Morandi. Ispirata allo stile Weizen (birre tedesche fatte con frumento maltato e non, ad alta fermentazione) questa birra è interpretata in modo originale con l'impiego di Riso Basmati, Amaranto di Tehuacàn (Presidio SlowFood), Tapioca e Quinoa delle Comunità del cibo di Terra Madre. In questa birra si trovano uniti un'elegante fusione di sapori a un viaggio nella biodiversità. La birra è naturalmente torbida, leggera, dissetante, beverina, tipica delle Weizen ma i cereali non tradizionali offrono note fresche e mentolate di assoluta originalità. Colore dorato torbido con schiuma fitta e compatta. Sa di agrumi, di susina gialla, erba essiccata. Il sorso è asciutto, citrino e un bel po' amarognolo ma molto dissetante. 5,2% Vol.

Pausa Cafe'
Via G.B. Lulli 8/7
10148 Torino
info@pausacafe.org

 


BdbBi(g)Bodyibu Birra del Borgo

SalagadulaMagicabulaBibidibobidibù è la filastrocca che cantava la Fata Smemorina vestita d’azzurro cercando scarpine e zucca a Cenerentola. In questa etichetta appare un po’ più “audace” vestita di rosso. BdbBi(g)Bodyibu di Birra del Borgo è una birra bizzarra davvero. La sua peculiarità è il massiccio uso di luppoli con un cocktail di diverse varietà che creano una carica di amaro poderosa (quasi a quota 100 IBU) sostenuta da un tenore alcolico di 7,1 vol. Un colore topazio meraviglioso fa scorgere profumi di zagara, caramellina d’orzo, frutta secca, tostatura di caffè. In bocca è sferzante d’amaro amarissimo che più amaro non si può ma poi, come per magia, la sensazione svanisce lasciando il palato pulito e quasi dolce. Gradevole il “mi piace-non mi piace” che è un po’ la storia di amore e odio che noi tutti abbiamo per qualcuno o qualcosa.

Birra del Borgo
Via del Colle Rosso snc - Loc. Piana di Spedino
02021 Borgorose (RI)
info@birradelborgo.it


 

Tripping Flowers

Tripping Flowers del micro birrificio Opperbacco in provincia di Teramo è una birra fuori dai canoni del suo settore. Ha un fascino tutto suo se si amano le birre un po’ amare. È nata in onore della band locale che appunto si chiama Tripping Flowers. La particolarità è la presenza dei fiori, inseriti a fine bollitura che, uniti ai fiori del luppolo, creano “una danza sopra il mosto”, come poeticamente racconta lo stesso birraio. La birra qui diventa estrosa perché cambia di lotto in lotto secondo la varietà di fiori che viene inserita: fiori di mandorlo, viole e primule, girasoli, e altri fiori che fioriscono intorno al birrificio. Il colore tende al ramato, ha poca schiuma e i profumi sono bellissimi, di erba e fiori ma non dolci. Al palato risulta fresca e astringente con una decisa sensazione amara che non guasta il concetto floreale.

Microbirrificio Opperbacco
Via Casarino 19
64024 Notaresco TE
info@opperbacco.it
 

Tentatripel Scassona XXX Montegioco

Montegioco fa sempre birre interessanti, perfette tecnicamente e con disegni a volte dallo stile fantasy, a volte dai toni rock-maledetti come in questa etichetta, dove sono espressi attraverso una figura femminile alquanto tentatrice. Tripel è la tipologia delle "superbirre", quelle che usavano i mastri birrai trappisti del Belgio per descrivere la loro birra più forte. Il birrificio si trova a Montegioco in provincia di Alessandria e la Tentatripel Scassona si ispira ai mastri birrai belgi. Chiara, morbida e grintosa con i suoi 8,5%vol, non è filtrata nè pastorizzata e rifermentata in bottiglia. Profuma di zagara, caramella d'orzo, e di erba arsa dal sole. Questa birra bionda è calda, dolce e sensuale da bere con molta attenzione; da farla tua anche senza cibo, così, su un divano e un po' di buona musica lounge.

Birrificio Montegioco
Frazione Fabbrica, 1
15050 Montegioco (AL)
birraio@birrificiomontegioco.com


 

MADdekè

Parola orecchiabile e onomatopeica che tradotta dal romano significa: "cosa stai dicendo". Il birrificio Free Lions ha anche accostato un'etichetta  caleidoscopica, divertente che richiama un po' alcuni disegni murales e un po' quelli movimentati e morbidi dei personaggi di Jacovitti. Birra ambrata con 6,7% di alcolicità, viva perchè non è filtrata nè pastorizzata, fatta a Tuscania in provincia di Viterbo. Ha profumi mielati e di agrume candito, fiori d'arancio e bergamotto. Il gusto è inizialmente maltato, biscottato, al quale segue decisa una sensazione amaricante voluta, colpa sempre dei luppoli come l'Amarillo, tipicamente americano. D'altronde è una IPA (India Pale Ale, American Pale Ale) tipologia di birre prettamente amare, con alto tenore alcolico e con un bel carattere rotondo che bilancia il tutto... quindi: "Maddekè amara?!"

Free Lions
Strada Tuscanese, km 4,600
01100 VITERBO
info@freelionsbeer.it
 


Smoked Revolution Birranova

Birranova, un birrificio pugliese a Triggianello in provincia di Bari, ha dichiarato NO ai fumi delle industrie e alle banalità con la sua Smoked Revolution. Così la rivoluzione dell'affumicato che non avete mai provato prima, è iniziata con luppoli americani e malti affumicati. Birra con 5,5% vol, ambrata con schiuma bianca e persistente. Profuma di torba, di tabacco dolce e di aringa affumicata su burro danese. L'assaggio è brillante, energico con l'implosione di note torbate tutte molto composte, sopite da una vena amaricante elegantemente rivoluzionaria.

Birranova
Via Lepanto,11
70014 Triggianello di Conversano BA
info@birranova.it

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina