Bibenda
Notizie
Visualizza tutte le notizie
Il compleanno di Chiara
Pubblicato il 09/01/2015
Fotografia

L’occasione era quella giusta: ritrovarsi al centro del mondo all’inizio del nuovo anno, dove i monti abbracciano le pianure e le nuvole danzano con i torrenti. Un posto del genere esiste veramente, è un piccolo gioiello naturalistico nel cuore dell’Umbria: le fonti del Clitunno. Un luogo ameno tra Foligno, Spoleto e Montefalco dove, secondo quanto recita Giosuè Carducci di zaffiro i fior paiono ed hanno de l’adamate rigido i riflessi e splendono freddi e chiamano ai silenzi del verde fondo”. Un’oasi di pace che ha fatto della sua valenza ambientale, storica e culturale un inno alla semplicità. Cigni e anatre si muovono su acque limpide provenienti da sorgenti sotterranee mentre pioppi e cipressi si riflettono e proteggono corsi d’acqua che sgorgano da fenditure nella roccia. Una giusta cornice per festeggiare il compleanno di Chiara assaporando un classico degli abbinamenti: vino e formaggio. Questa è una zona famosa per l’olio, i funghi, i tartufi ed il Sagrantino di Montefalco ma in questa occasione è stata la generosità di una terra bella e semplice come quella umbra ad offrirci una varietà di incontri enogastronomici non strettamente legati a questo areale ma sicuramente affini alla poesia del momento.

Passeggiando per Spoleto ci siamo imbattuti nell’enoteca Petrioli, antica drogheria ed enoteca che sin dal 1905, si trova in Piazza del Mercato. Più di 200 etichette provenienti da tutte le regioni italiane arricchiscono la vera particolarità dello storica enoteca: una pregiata selezione di Sagrantino di Montefalco, i bianchi della zona di Orvieto, i vini di Torgiano, Assisi, Amelia e colli del Lago Trasimeno. Tra i suoi scaffali c’è anche il Pourriture noble Decugnano dei Barbi, il primo vino italiano ad esser stato prodotto con la muffa nobile. Il frutto di una felice intuizione della famiglia Barbi che, dal 1981, utilizza il particolare influsso del vicino Lago di Corbara per favorire l’attacco degli acini da parte della Botrytis cinerea ottenendo l’appassimento dell’uva sul tralcio e potendo così produrre un muffato pregiato e prezioso. Il Millesimato 2009 nasce da uve Sauvignon e Grechetto e si mostra in una veste giallo paglierino, limpido e denso. Al naso presenta un bouquet ampio composto da note agrumate, miele, anice e liquirizia, frutta sciroppata, pasta di mandorle e zagara. In bocca è pieno ed equilibrato  con una perfetta sequenza tra dolcezza, sapidità e freschezza. Delicato ed elegante lascia in bocca armonia e persistenza confermando una coerenza naso/bocca ed un finale in crescendo che vira sul piccante, inducendo al riassaggio. Un vino esemplare, da 90 punti con un tenore alcolico del 15% da servire a 11°C. I compagni del Pourriture Noble sono stati due: il pecorino fresco di Norcia, tipico della dorsale appenninica, caratterizzato dall’ambiente montanaro e da pascoli che permettono di ottenere un latte di elevata qualità in cui è possibile percepire gli aromi conferiti dalla diversità delle erbe foraggere; e poi il pecorino vecchio stampo Petrucci che ha la particolarità di essere stagionato in grotta in un ambiente umido che permette a questo formaggio di affinare il suo gusto avvolgente con una stagionatura di 6-8 mesi ed un trattamento in superficie con olio di girasole e aceto di uva bianco.

Chiara sorride. 

Decugnano Dei Barbi
Località Fossatello, 50 
05019 Orvieto (TR)
Tel. 0763 308255 
www.decugnano.it
info@decugnano.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA