Bibenda
Bibenda, per rendere più seducenti la cultura e l’immagine del vino.
Visualizza tutte le notizie
Adesso, al ritorno da Roma, nella valigia troverete tanto amore.
Pubblicato il 14/05/2024

Amore è non sopportare di dirsi ciao!
Proprio come Shulz, tanti e tanti di noi, tutti i Produttori di Champagne e tutti i nostri collaboratori, hanno sentito un senso di abbandono ogni volta che terminava il tempo destinato a una Maison e ne arrivava un'altra e poi un'altra ancora.

Sono state due giornate particolari. Sì, di Cultura ma molto di più misurata dall'atmosfera creata dalle trecento persone a Sessione, da un palcoscenico che parlava di Champagne in francesce e veniva tradotto in simultanea, dai calici Veritas di Riedel e da tanta voglia di ascoltare la vita raccontata dal genio creatore del più grande vino del mondo.

Tutti, proprio tutti, hanno provato amore nei confronti delle Maison e la parola del Produttore rispondeva per alimentarlo questo amore così sorprendente, così immediato, da condividerlo. E metterlo in valigia per trovarlo al ritorno di un viaggio che ha stupito quella Francia che ci fa bene.

Oggi, mentre scrivo, sento ancora l'emozione dei Produttori nel godersi lo spettacolo di una platea innamorata, l'accoglienza di una Sala elegante, illuminata di colori. Gli onori di Casa, 11 Docenti della Fondazione Italiana Sommelier e BIBENDA pronti a consegnare il nostro prestigioso OSCAR CHAMPAGNE, un riconoscimento che da 26 anni onora il Vino del Mondo.

Nella vita reale le cose non sono così: non percepisci le emozioni nei bicchieri e neppure quelle di un signore che ti racconta una vita fantastica. Entrare in una dipendenza affettiva non capita, quasi a dire che il mondo non è di chi si alza presto al mattino ma di chi si alza felice.
E noi lo abbiamo fatto in questi due giorni.

Non era un film quello del 10 e 11 Maggio all'Hilton di Roma, era la realtà di una Scuola di Alta Formazione che da 40 anni crea il lusso della Cultura e questa volta lo ha fatto con questo Vino. Chissà se l'eco di questo risultato porterà nel mondo Champagne notizie precise di quanto è accaduto, ma sono certo che una zavorra, purtroppo esistente da molto in Italia, che non onora il nostro Paese, farà fatica a continuare ad esistere con i suoi approssimati appuntamenti.

So bene che la Champagne riprenderà il cammino della comunicazione in Italia, della promozione per una vendita efficace, con la consapevolezza che una maggiore qualità esiste, che è possibile mostrare il territorio con la certezza di farlo comprendere a chi ha come valore il desiderio di studiarlo, possibilmente nel nostro cerchio magico.

Noi continueremo a dare altre opportunità al mondo Vino perché abbiamo scelto di farlo così per la vita, con la nostra normalità di esserne esperti e coraggiosi.

Voi Produttori, aprite pure la vostra valigia ma non fatelo scappare il nostro amore perché lo meritate tutto e ancora di più. Quando assaggerete i vostri vini per farne un successo, noi saremo pronti a raccontarlo perché l'Italia è il vostro Paese: ospitale, assetato e curioso di nuove realtà.

Come l'arte di fare cucina, che è anche magia, sortilegi di aromi e sapori, e la sapiente e misteriosa abilità di trarre armonia di gusti dagli ingredienti più strani, proprio come farebbe un mago che volesse creare un filtro d'amore mescolando un soffio di vento, un pizzico di nuvola, due gocce di pioggia, tre grammi di arcobaleno.
Ma questa è un'altra storia. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA