Notizie
Home > Notizie > Il progetto Perticaia

Il progetto Perticaia

Nila Halun
Dal n.97 di
Fotografia

Il nome di Guido Guardigli è ben conosciuto nel mondo del vino. Originario di Forlì, dopo gli studi di enologia si dedica con grande entusiasmo al vino. In seguito ad una affermata carriera di agronomo, diventa dirigente di numerose aziende vitivinicole nel centro Italia, e successivamente presidente del Consorzio Tutela di Sagrantino Montefalco. Guido Guardigli (nella foto) è stato il primo non umbro a credere nel futuro del Sagrantino. Visitando la terra del Sagrantino, Guardigli e la signora Angela sono rimasti incantati dalla bellezza dei borghi e dei castelli medievali, sommersi nel verde dei vigneti ed uliveti, testimoni della cultura territoriale di San Francesco, Bennozzo Gozzoli, Giotto e del Perugino. In particolare vengono colpiti dalla potenzialità e dalla forte personalità dei vitigni che fanno parte del patrimonio ampelografico umbro.

Qui nel 2000, in località Casale, hanno dato vita al Progetto Perticaia, scegliendo come simbolo della loro cantina la doppia P incrociata: Perticaia nel dialetto umbro significa aratro e questo è il nome che rimanda alla storia contadina montefalchese. Quindici ettari vitati estesi su terreni collinari, esposti a Sud-Ovest, ad un altitudine di 350 metri sul livello del mare, grazie alla quale le uve esprimono nel modo migliore i caratteri autoctoni. La tipologia del terreno è di natura calcarea, capace di veicolare la mineralità marcata, così presente nei suoi vini. Perticaia si vanta di una cantina moderna dove si svolge la vinificazione. L’affinamento invece avviene in piccole botti di rovere francese, barrique e tonneau, nella settecentesca cantina della villa Guardigli.

Nel 2003 i vini Perticaia sono entrati nel commercio nazionale e in pochi anni hanno conquistato i mercati europeo, americano e asiatico. Ad oggi Perticaia produce 120.000 bottiglie; la gamma comprende 7 vini, 2 bianchi e 5 rossi, che rappresentano lo splendido connubio tra l’espressione del territorio e l’esperienza appassionata di Guigo Guardigli. Un’attenzione particolare merita l’assaggio di Montefalco Rosso Riserva 2009 (70% Sangiovese, 15% Sagrantino, 15% Colorino), che matura 12 mesi in acciaio ed altrettanti in barrique. Abito rubino intenso, trama olfattiva di grande espressività, intessuta di confettura di ribes, mirtillo e ciliegie, liquirizia, cioccolato extra fondente, muschio, macchia mediterranea. Agile, elegante e avvolgente con tannini vellutati. Ottimo con stinco di maiale alle prugne.


Perticaia
Loc. Casale
06036 Montefalco (PG)
Tel. 0742 379014 
www.perticaia.it 
perticaia@libero.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina