Notizie
Home > Notizie > C’è Luce nella cantina de Il Pagliaccio

C’è Luce nella cantina de Il Pagliaccio

Cinzia Bonfà
Dal n.167 di
Fotografia

Da poco il ristorante Il Pagliaccio di Roma ha inaugurato la sua cantina che è stata accuratamente rivestita, in ogni dettaglio e forma, come un gioiello, dai caldi toni dell’oro e del rosso, gli stessi che permeano l’emblema che ritroviamo sulle bottiglie di Luce, in onore proprio di questo vino unico della Tenuta Luce della Vite. In occasione Frescobaldi ha presentato la nuova annata 2012 per celebrarne il ventesimo anniversario. Sì, perché con l'annata 2012, Luce è alla sua ventesima vendemmia. Luce nasce nel 1993 quando Vittorio Frescobaldi e Robert Mondavi unirono la loro esperienza e la loro cultura per produrre a Montalcino un vino unico, mai prodotto prima in quella zona, realizzato con due vitigni, il Sangiovese e il Merlot. Alla struttura del Sangiovese si decise di affiancare la rotondità e la morbidezza del Merlot, creando un vino di territorio dal gusto internazionale. In questi ultimissimi anni il blend è di Merlot al 55% e Sangiovese al 45% ma varia in base all’annata, alla qualità delle uve con un diverso apporto del legno. Il nome "Luce" fu pensato da Margareth Mondavi perché a Montalcino ci fu una giornata splendida irradiata da un raggio di luce dopo un violento temporale ma soprattutto perché la luce è fonte di vita ed è l’energia che nutre la vite. Il disegno dell’etichetta di Luce è un sole raggiato con una corona di 12 fiamme e si ispira all’altare della Chiesa di Santo Spirito, a Firenze, realizzato da Giovani Battista Caccini con l’aiuto di Gherardo Silvani, nel 1590. Il cuore di questo sole è rosso come la terra di Siena e delle dolci colline che la circondano. Il nome Luce è stato poi ripreso anche per gli altri vini dell’azienda con Lucente, nato nel 1995, sempre un blend di Sangiovese e Merlot con percentuali diverse da Luce e con minore affinamento in botte e poi Luce Brunello di Montalcino, nato nel 2003. La Tenuta Luce della Vite si trova a sud-ovest di Montalcino ed è tra le più alte del territorio, collocata tra i 350 e i 420 metri sul livello del mare e vanta circa 77 ettari vitati.

Dal 2004 l’unione con i Mondavi finisce ed è Lamberto Frescobaldi a proseguire il progetto. Ma la stima e l'amicizia continuano tanto da far firmare entrambi (Lamberto Frescobaldi e Tim Mondavi) l'etichetta di questa vendemmia: l’oro del sole raggiato è ancora più luminoso quasi a rifulgere di luce propria e sotto la bottiglia in tondo ci sono tutte le 20 annate a ricordarne il percorso e la storia del vino. Luce è un vino dai tratti contemporanei in grado di rappresentare l’eccellenza e l’unicità del made in Italy nel mondo. A Montalcino il clima durante il 2012 è stato molto generoso con abbondanti piogge primaverili e un’estate asciutta durante la quale, le notevoli escursioni termiche tra il giorno e la notte, hanno consentito lo sviluppo armonioso delle uve e del loro patrimonio aromatico. Rubino coeso e impenetrabile, brillante ai bordi. Sensazioni soffuse, eleganti, non urlate, appena accennate di amarena, gelatina di ribes, tabacco dolce e cacao avvolti da tocchi di eucalipto, cannella e china. Il sorso è avvolgente, conturbante, morbido con tannini flessuosi. Lungo il ricordo speziato. Due anni in barrique, nuove per l’85%. È stato abbinato sapientemente dallo Chef Anthony Genovese a un piatto autunnale di funghi e radici crude con del carpaccio di Fassona.

Luce della Vite
Loc. Castelgiocondo
53024 Montalcino (SI)
Tel. 055 27141
www.lucedellavite.com
info@lucewines.it

Il Pagliaccio 
Via dei Banchi Vecchi 129/a
00186 Roma
Tel. 06 68809595
www.ristoranteilpagliaccio.com
info@ristoranteilpagliaccio.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina