Bibenda
Bibenda la Rivista N.24
INDICE DEI NUMERI
Numero 24
Numero 24
Maggio 2007
Servizio di copertina: UNA COSA È CERTA: SE NON SEI ALLA STAZIONE IL TRENO NON LO PRENDI / di Franco M. Ricci
Franco Ricci
EDITORIALE
UNA COSA È CERTA: SE NON SEI ALLA STAZIONE IL TRENO NON LO PRENDI / di Franco M. Ricci

L'immaginazione è alla base della felicità.

Sfortunatamente sono troppi a pensarla così anche nel campo del vino.
Immaginare che ogni etichetta dei nostri vini sia riconoscibile agli occhi della gente in ogni angolo della terra è pura utopia. Una dimostrazione? Da Jerry Scotti, alla domanda se il Nebbiolo fosse un vino, un concorrente ha chiesto l'aiuto del pubblico per rispondere; e un altro lo ha chiesto perché, tra Falanghina e Aglianico, non sapeva quale dei due fosse un vino rosso. E stendo un velo pietoso sulla risposta data dal pubblico…

Dobbiamo invece riflettere su un “marchio Italia” forte, che faccia identificare il nostro Paese, e che di seguito altri ne identifichino i luoghi di produzione, la terra e le uve che lo hanno prodotto.

Così, come stiamo procedendo attualmente, non si va lontano.

Continua lo scempio del denaro pubblico da parte di Regioni, Province e Agenzie addette alla Promozione; soldi spesi male, come più volte abbiamo sottolineato, per eventi, fiere e capannine bianche all'aperto che distribuiscono salamini, formaggetti e vini.

Si elargiscono euro per far vendere prodotti disomogenei, qualità e disgusto insieme (perché produttori facenti parte di un unico consesso). Casupole per vendere.

Poi, alla fine dell'evento, si scopre che a vendere meglio sono stati gli organizzatori.

Nemmeno così si va lontano.

Dobbiamo educare la gente a capire la buona qualità, il buon gusto.
La gente d'Italia all’educazione dei prezzi e delle produzioni di qualità, del perché e del percome si realizza un made in Italy serio e credibile.
E dobbiamo educare certi vignaioli a capire come si fa la qualità e ad essere credibili. Nessuno li costringe a far parte di una “squadra” oltretutto mal tollerata.

E nemmeno procedendo così si va lontano.

Perché - come ha detto Giorgio Faletti, con sensibilità intelligente - una cosa è certa: magari non ne conosci l’orario, ma se non sei alla stazione il treno non lo prendi.


 

Anni '60 / Daniele Maestri / Aida Antonelli

Supertuscan / Stefano Milioni / Lorenzo Costantini / Luca Grippo

Stella Filante / Daniele Maestri

Liguria / Redazione

Paolo De Castro Sommelier ad Honorem / Paola Simonetti

Bibenda Day 2007: le nostre emozioni per chi non c'era / M. Billetto / D. Scrobogna / P. Lauciani / D. Maestri

La Malvasia: un vino in ogni porto / Attilio Scienza / Daniela Scrobogna

British Columbia, il Canada della qualità / Giovanni Ascione

Olio confuso / Sandro Vannucci

Distillati e Sigari / Paolo Lauciani

Magazzino delle Emozioni / Edoardo Roger

La qualità intorno ai 10 euro / Luca Grippo

Appunti di degustazione / Paolo Lauciani

Cose & Vino