Bibenda
SOMMELIER NOTIZIE 57
Tutte le degustazioni ed i corsi a Roma, nel Lazio e nel resto d'Italia
TUTTE LE ATTIVITÀ
Terenzuola, tra Toscana e Liguria
Degustazione a banchi di scuola in unico turno dalle 20,00 alle 22,00 Consiglio Regionale D’Abruzzo, Via Michele Iacobucci, 4, 67100 L'Aquila
Venerdì 21 Ottobre 2022
Abruzzo Centrale
Fotografia Viticoltura senza confine, salvaguardia dei vitigni autoctoni, ricerca e sperimentazione continua, in un’ottica biologica e sostenibile. Sono questi i tre punti focali dell’Azienda Agricola Terenzuola, concetti coltivati giornalmente in ventisei anni di investimenti.
Tutto ha inizio nel 1993, quando Ivan si trasferisce da Stresa a Fosdinovo per aiutare gli zii che avevano qualche vigneto con cui producevano vino da vendere sfuso in una realtà agricola strettamente locale e familiare. Al tempo l’Azienda lavorava su 3 ettari di territorio ma, sotto la guida di Ivan, inizia ad ingrandirsi lavorando dapprima nel comune di Fosdinovo, acquisendo poi nuovi vigneti nei territori a cavallo tra Liguria e Toscana, assumendo così un’identità interregionale. Nasce quindi l’idea di una viticoltura che vuole liberarsi dalla concezione prettamente legata ai confini regionali, sviluppandosi seguendo la sola vocazione del “territorio in quanto tale” con la coltivazione delle molte varietà locali.
Attualmente gli ettari coltivati sono 26 in tre zone diverse
-Vigneti nelle Cinque Terre:
sono disposti, su diverse altimetrie, nella zona di Corniglia, nella Costa da Posa, e nei pressi del Santuario di NS di Montenero a Riomaggiore, rispettivamente a 70, 200 e 450 metri s.l.m
-Vigneti nei Colli di Luni:
si trovano nelle zone di Caniparola, su terreni fortemente ghiaiosi; nel Podere Belvedere, con terreni argillosi ricchi di marne grigie; e nel Podere Terenzuola, suddivisi in due anfiteatri separati dal Fosso di Corsano.
-Vigneti nel Candia dei Colli Apuani: 4 ettari in un corpo unico chiamato Formalta.

In compagnia di un importante rappresentanza aziendale e guidati da un Docente della Fondazione Italiana Sommelier degusteremo i vini più rappresentativi dell'Azienda.

Cinqueterre DOC – CINQUETERRE  2021
Costa Toscana IGT - PERMANO  2020
Colli di Luni DOC  -  VIGNE BASSE 2021
Colli di Luni DOC  -  FOSSO DI CORSANO  2021
Colli di Luni DOC  -  FOSSO DI CORSANO  2017
Colli di Luni DOC  -  FOSSO DI CORSANO  2015
Toscana IGT -  VERMENTINO NERO  2021
Costa Toscana IGT  - FORMA ALTA  2017
Toscana IGT  -  LA MERLA   2019


A disposizione di ogni allievo quaderno di degustazione e tovaglietta.

 
La partecipazione è riservata esclusivamente agli iscritti alla Fondazione Italiana Sommelier in regola con la quota annuale.
La prenotazione è obbligatoria e il contributo degli iscritti è di euro 25.


Per informazioni e prenotazioni contattare Emanuele al numero 347 1439989 e/o Paolo al 392 3502773
 
Regole per la partecipazione ad attività e corsi
La partecipazione all’evento/corso è consentita esclusivamente agli Iscritti alla Fondazione Italiana Sommelier in regola con la quota annuale.

Nelle Sale di Degustazione non è consentito l’uso del telefono e sono vietate le registrazioni audio-video. I partecipanti sono invitati a non utilizzare profumi penetranti che pregiudicano una corretta degustazione. Prestare particolare cura al proprio abbigliamento, in considerazione dell’alto profilo delle nostre attività e dei luoghi in cui si svolgono. Durante il periodo estivo non sono ammessi partecipanti in pantaloni corti o indumenti simili.

Suggeriamo di arrivare con qualche minuto di anticipo. Le nostre attività iniziano e terminano sempre con la massima puntualità. Non possiamo consentire l’ingresso oltre l’orario stabilito, la sala di degustazione chiude all’inizio dell’evento. Prima del termine della degustazione non è possibile lasciare la Sala per non arrecare disturbo. In caso di assenza ad una attività prenotata, non sono previsti rimborsi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina