Degustazioni

A Roma / Terre dei Vaaz: il futuro Primitivo e la storia di Miguel Vaaz

Degustazione a Banchi di Scuola dalle 16 alle ore 18,30

Martedì 10 Novembre 2020
Roma - Sede Centrale - Hotel Rome Cavalieri
Orario
16:00 - 18:30
Prezzo: 0,00 €
Fotografia
Terra dei Vaaz è un’azienda vitivinicola nata nel 2016 da cinque anime diverse: un esperto di Ricerca e Sviluppo, una giornalista, un enologo, un agricoltore e un proprietario di cantina. Ad ispirarli è stata l’intraprendenza di Miguel Vaaz, uomo d’affari di origine portoghese, a cui si deve la fondazione nel 1615 del paese di Sammichele di Bari, originariamente chiamato Casa Vaaz.
L’obiettivo è di produrre solo vini di eccellenza, esclusivamente da uve Primitivo, ricercando nei grappoli del vitigno autoctono di Gioia del Colle gli odori, le fragranze e i colori della tradizione.
 
Domenico Spinelli e Luisa Leonzi, da cinque generazioni nella viticoltura il primo, giornalista la seconda, ci racconteranno accompagnati da un docente della Fondazione Italiana Sommelier, i vini dell’azienda di Sammichele di Bari, nelle due annate prodotte.
 
A seguire ci sarà la presentazione del libro “Miguel Vaaz. Il Conte di Mola” di Nicola Fanizza, Cacucci Editore, un uomo intraprendente e coraggioso, un banchiere e un abile mercante che contribuì al risanamento delle finanze del Regno di Napoli. È la vera storia di Miguel Vaaz raccontata da uno storico rigoroso e appassionato, Nicola Fanizza (Cacucci Editore, Bari, 2020) e patrocinata dall’azienda vitivinicola Terre dei Vaaz.
La vicenda di Miguel Vaaz, ebreo converso di origine portoghese, racconta dell’ascesa di un mercante del ‘600 ma soprattutto il ritratto di un’epoca, l’identità perduta dell’Italia del Sud e dei suoi saperi. Risalta nel libro il forte legame di Miguel con la Puglia e soprattutto con la città di Sammichele di Bari che fondò con il nome di Casa Vaaz. Era un uomo che volava alto, un profondo conoscitore di tutto ciò che si agitava nel continente europeo, spesso osannato e poi dimenticato. “Non si può escludere -si legge nel libro a pagina 117- che siano stati i coloni serbi di Casa Vaaz, città fondata da Miguel, per accoglierli ad introdurre in Puglia il vitigno del Primitivo”.
 
  VINI IN DEGUSTAZIONE
Ipnotico 2017
Ipnotico 2018
Onirico 2017
Onirico2018

Prenotazione: obbligatoria
Contributo di partecipazione: ingresso gratuito
Tutte le attività, sia nel caso di ingresso gratuito, sia quelle per le quali viene chiesto un contributo di partecipazione, sono riservate esclusivamente agli iscritti alla Fondazione Italiana Sommelier per l’anno relativo.
In via eccezionale, ad alcune attività è consentita la partecipazione anche ad un massimo di 2 ospiti/accompagnatori non iscritti.
Contributo di partecipazione accompagnatore: ingresso gratuito

 Suggeriamo di presentarsi all’ingresso con qualche minuto di anticipo. Le nostre attività iniziano e terminano sempre con la massima puntualità. Per questo motivo, non   possiamo consentire l’ingresso oltre l’orario stabilito di inizio e non sono previsti rimborsi. 
 L’eventuale impossibilità di partecipare all’evento prenotato va comunicata al massimo 2 giorni prima della data prevista.  

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Procedura di accesso
Stampa la pagina