Degustazioni

A Roma / Villa Dora: Verticale storica di Lacryma Christi Bianco Vigna del Vulcano

Degustazione a Banchi di Scuola in doppio turno dalle 16 alle 18,30 e dalle 20 alle 22,30

Mercoledì 14 Ottobre 2020
Roma - Sede Centrale - Hotel Rome Cavalieri
Orario
16:00 - 18:30
Il termine ultimo per l'acquisto 13/10/2020 è scaduto.
Posti non più acquistabili
Orario
20:00 - 22:30
Il termine ultimo per l'acquisto 13/10/2020 è scaduto.
Posti non più acquistabili
Fotografia
Villa Dora nasce nel 1997 dal desiderio di Vincenzo Ambrosio, che decise di dedicarsi ad una tenuta alle falde del Vesuvio, con la passione e l'esperienza di chi conosce molto bene questo territorio.
 
Vincenzo effettuò una ristrutturazione radicale delle colture preesistenti, ricco di uliveti e vigneti, avviando le basi per una coltivazione biologica e a basso impatto ambientale, per creare le fondamenta per una produzione di qualità, decidendo di puntare sui vitigni autoctoni, Piedirosso, Aglianico, Falanghina e Caprettone, che beneficiavano fortemente della terra vulcanica vesuviana.
 
Grazie alla consulenza enologica di Fabio Mecca, l’azienda ha deciso di scommettere sul Lacryma Christi del Vesuvio, sia rosso che bianco, decidendo di dimostrare al mondo che si può produrre un Lacryma Christi adatto all’invecchiamento, andando fortemente in controtendenza alla maggioranza della produzione del territorio, operazione non facile, che ha richiesto caparbietà e grande volontà da parte di Vincenzo e della sua famiglia.
 
Oggi in compagnia di un Docente di Fondazione Italiana Sommelier, di Fabio Mecca e di Vincenzo Orabona, ultima generazione della famiglia Ambrosio, scopriremo 11 straordinarie annate di Lacryma Christi Bianco Vigna del Vulcano.
 

  LE ANNATE IN DEGUSTAZIONE DI LACRYMA CHRISTI BIANCO VIGNA DEL VULCANO  

2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2009 - 2008 - 2006 - 2005 - 2003 - 2002


 

Termineremo la degustazione con l’abbinamento di un piatto del territorio.

 

Prenotazione: obbligatoria
Contributo di partecipazione: ingresso 20 Euro
Tutte le attività, sia nel caso di ingresso gratuito, sia quelle per le quali viene chiesto un contributo di partecipazione, sono riservate esclusivamente agli iscritti alla Fondazione Italiana Sommelier per l’anno relativo.
In via eccezionale, ad alcune attività è consentita la partecipazione anche ad un massimo di 2 ospiti/accompagnatori non iscritti.
Contributo di partecipazione accompagnatore: 20 Euro


   Suggeriamo di presentarsi all’ingresso con qualche minuto di anticipo. Le nostre attività iniziano e terminano sempre con la massima puntualità. Per questo motivo, non   possiamo consentire l’ingresso oltre l’orario stabilito di inizio e non sono previsti rimborsi. 
  L’eventuale impossibilità di partecipare all’evento prenotato va comunica al massimo 2 giorni prima della data prevista.  
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Procedura di accesso
Stampa la pagina