Notizie
Home > Notizie > Una cosa ignobile

Una cosa ignobile

Franco M. Ricci
Dal n.22 di
Fotografia

Ieri l’altro, su Rai Uno a Uno Mattina, quello delle prime ore condotto da Guido Barlozzetti, grande persona, bravissimo e simpatico, si è presentato ospite, non ricordo il nome, un presidente italiano di un organismo europeo intorno all’agricoltura.

Sono stati letti alcuni dati statistici e, tra gli altri, quello che il 53% dei lavoratori italiani preferisce portarsi da casa il cibo per la pausa pranzo.

Certo, quest’aspetto ci impone una riflessione circa il mutamento delle abitudini alimentari di un’Italia così ricca di prodotti e di tradizioni alimentari, ma il pensiero va anche all’immagine di molta gente che pranza sulla scrivania o peggio ancora in qualche ripostiglio e che preferisce portarsi il cibo da casa per fare economia. Nondimeno, ci preoccupano i bar arrangiati a ristoranti, pieni zeppi di impiegati.

Ma torniamo all’ospite di Barlozzetti che in prima battuta ha tentato di ridimensionare la cifra del 53% (cibo da casa) per prepararsi la sua sparata: …suggerisco invece di portare le meravigliose buste surgelate contenenti degli ottimi risotti… e con una voce alla Vanna Marchi ha cominciato a pubblicizzare queste buste per far credere alla gente che il risotto era speciale, fantastico, eccellente, meraviglioso. (Fra l’altro, considerati i prezzi, i cibi pronti surgelati non sono affatto economici.) Che basta un fornetto a microonde! Insomma, ne ha dette talmente tante a favore delle buste surgelate che, confesso, qualche cattivo pensiero mi è venuto…

Non so cosa voi ne pensiate delle buste surgelate.

Io le trovo ignobili. Trovo altrettanto ignobile presentarle come prodotti allettanti. E ho trovato ignobili le parole usate per convincere gli ascoltatori di portare in ufficio la busta del risotto e mangiarlo insieme a tutti i colleghi intorno al tavolo delle riunioni.

Mi è sembrato di vedere il volto di Barlozzetti mostrare una nota di disagio...

L’altro giorno a Uno Mattina Caffè, una cosa ignobile.

 

Nella foto: Risotto oro e zafferano di Gualtiero Marchesi

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina