Notizie
Home > Notizie > QN DI SABATO 17 SETTEMBRE 2016

QN DI SABATO 17 SETTEMBRE 2016

Franco M. Ricci
Grazioso e ferreo: il "Titolo" di Elena

Barile, piccolo centro della Lucania potentina, accoglie il visitatore con un paesaggio vulcanico, montuoso, rupestre, ricchissimo di vegetazione. Alla fine degli anni Novanta la zona del Vulture era ancora pressoché sconosciuta e la famiglia Fucci si stava arrendendo all’idea di dover cedere le vigne di proprietà perché la vendita delle uve non bastava più a coprire le spese. La giovane Elena con decisione si oppose alla decisione dei genitori e, affiancata e spalleggiata dal nonno Generoso (nomen omen), abbracciò la sfida di far decollare l’azienda. Studia, diventa enologa, punta ad un progetto di qualità concreto, si impegna al massimo e investe fiduciosa sull’Aglianico, uva in cui ha sempre creduto e che nel Vulture ha trovato il palcoscenico ideale per risultati straordinari. Come dovrebbe sempre succedere nelle fiabe a lieto fine, il tempo le ha dato ragione e il suo Aglianico in purezza Titolo, unico vino prodotto, ha fatto scuola in regione. Le vigne sono esposte in zona ventilata, su suolo composto da strati di roccia lavica e argilla - testimonianza di eruzioni e momenti di stasi del vulcano - che garantisce nutrienti e riserve idriche alle piante. Il vino assomiglia alla sua creatrice, grazioso e ferreo al tempo stesso, una gioia per lo sguardo fin dal colore luminoso come una gemma. Seducente anche nei profumi: un perfetto connubio di more e viole, spezie, tabacco, incenso, pennellate minerali. Stesse sfaccettature al gusto, dove la notevole struttura e il tannino vigoroso sono controllati da una cremosa morbidezza. Lungo finale su note di erbe aromatiche. Lo sorseggio pensando alle sfide della vita, quelle vincenti.
 
Aglianico del Vulture Titolo 2013
Uve Aglianico 100% - Gr. 14% - Euro 30 prezzo medio in enoteca
 
Elena Fucci

Contrada Solagna del Titolo - 85022 Barile (PZ)
Tel. 0972 770736
www.elenafuccivini.com
 
QN di Sabato 17 Settembre 2016 - Elena Fucci
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina