Notizie
Home > Notizie > Sono tornato a San Patrignano

Sono tornato a San Patrignano

Franco M. Ricci
Dal n.162 di
Fotografia

È sempre un’emozione grande andare lì, a San Patrignano.

E lo è ancora di più consegnare i Diplomi di Sommelier a 31 ragazzi che hanno fatto il nostro Corso di Qualificazione Professionale.

I Diplomi ricevuti sono un traguardo, uno dei tanti che raggiungono per lodare la vita. E questo di traguardo ci interessa particolarmente.

Siamo arrivati al settimo corso in dieci anni (circa 400 ragazzi) e ciascuno di loro consapevolmente ha potuto intendere il vino come una cosa buona, non cattiva, una cosa positiva, una cosa da rispettare. E questo non è poco. Lo penso e lo credo: vedere la loro gioia e la loro certezza che il vino possa essere un veicolo sano di futuro, rappresenta per me una ricompensa inestimabile.

Uno sguardo alle vigne vola lontano perché il vigneto è grande, un altro alla Cantina, stupendi gli arredi, e uno a tutta la città. Scopri la bottega del formaggio e dei salumi, splendide realtà che consiglio a tutti per rifornirne assiduamente la propria dispensa. (www.sanpatrignano.org)

Scopri la falegnameria dove si fabbricano mobili di arredo per casa e per le cantine del mondo. Produttori e Sommelier, non potete non prendere in considerazione queste stupende opere d'arte costruite con il legno delle barrique usate. A BIBENDAMANIA ho portato dei bellissimi cataloghi venite a prenderli per capirne il livello di creatività e di eleganza.

Poi, la Sala da Pranzo, per un brindisi con loro che hanno fatto il Corso con noi, felici e pieni di progetti.

Qui, in sala da pranzo, abbiamo girato per Rai Uno l'Oscar del Vino con la conduzione di Antonella Clerici e per due volte abbiamo presentato in prima nazionale la nostra Guida BIBENDA con la degustazione dei 5 Grappoli e la Cena di Gala di Gianfranco Vissani.

Anche per questo le imbecillità scritte da qualche improvvisato scrittore si sbiadiscono tutte. Resta soltanto l'amaro, e che amaro, di aver letto tante cattiverie nei confronti di Vincenzo Muccioli, il Fondatore della Comunità al quale si dovrebbe solo grande rispetto per aver salvato tante vite.

Ma questa è una storia brutta, di persone sgradevoli da cancellare con la bellezza di tutti e duemila gli Ospiti, ognuno con il suo dramma, tutti con una grande speranza di riconquista della vita.

Anche per questo sono tornato a San Patrignano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina