Notizie
Home > Notizie > In Toscana va Mario Del Debbio

In Toscana va Mario Del Debbio

Franco M. Ricci
Dal n.153 di
Fotografia

Sarà il Presidente della Regione Toscana di Fondazione Italiana Sommelier, una delle Regioni del Vino che amiamo di più, Mario Del Debbio: poco più di cinquant’anni, da poco ex presidente nazionale della FISAR, una delle Associazioni di Sommelier del nostro Paese.

Mario è una persona gradita. È uno di quei compagni con il quale chiunque vorrebbe percorrere un pezzo di strada insieme. Umile ma forte nelle idee che porta avanti e realizza con sapienza.

Lo abbiamo incontrato molte volte negli anni passati e anche di recente per trovarsi con noi nei grandi eventi. Ed è forse proprio questa sua presenza nella nostra Scuola che ha fatto nascere un rapporto di stima e di affetto non comune.

La Toscana è terra “difficile” per la scarsa presenza di elementi di grande qualità nella comunicazione del Vino, che pur esistendo hanno scelto da sempre un lavoro libero da vincoli associativi. Ci sentiamo di escludere Osvaldo Baroncelli, gentiluomo nei modi e nella mente.

Mario Del Debbio sarà il Presidente dei Soci della Fondazione e lo sarà dei Produttori del grande Vino Toscano, lo sarà degli Enologi di quella Scuola d’eccellenza che questa Regione ha fatto nascere.

Sarà il Presidente di una Scuola di pensiero del Vino che ha dato il successo per professionalità e deontologia alla Fondazione Italiana Sommelier nella sua metamorfosi di cinquant’anni, dall’inizio ad oggi, fino a renderla il più importante Centro di Cultura del Vino del mondo.

Mario Del Debbio sarà coadiuvato da esperti e preparati collaboratori come Fausto Borella, Andrea Gori, Roberta Perna, Paolo Valdastri. Esiste ovviamente la possibilità di ampliare il gruppo organizzativo fondatore per quanti vorranno dare il loro contributo a questa nuova importante realtà. Per contattare Mario Del Debbio questo è il link

Insomma, auguri Mario, sono certo che metterai a frutto la tua lunga esperienza per preparare giovani a capire il vino, ad amarlo così come tu lo ami.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina