Notizie
Home > Notizie > Trebbiano Sunnae di Col del Mondo

Trebbiano Sunnae di Col del Mondo

Salvatore Marsillo
Dal n.126 di
Fotografia

Tra le numerose aziende vinicole delle colline pescaresi, la cantina Col del Mondo, arroccata sul punto più alto di Collecorvino, ha saputo costruirsi un’identità ben definita, basata in primo luogo sul sincero attaccamento al territorio e alle sue radici enologiche dei tre fondatori, Antonio e Vincenzo Mazzocchetti e Francesco Polastri. Partiti nel 2001 con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio ampelografico locale, i tre giovani vignaioli hanno condotto studi sulla morfologia del terreno e verificato la resa dei vari ceppi di Montepulciano attraverso vinificazioni separate di piccole partite; di pari passo hanno cercato di rilanciare il Trebbiano, considerato per troppi anni un vitigno di serie B, adatto principalmente a prodizioni massive di vini di facile consumo. Sulla scia di Eduardo Valentini, che è stato il primo grande paladino del Trebbiano d’Abruzzo, sperimentando già negli anni Cinquanta nuove tecniche per produrre grandi vini da questa varietà, hanno rivoluzionato l’approccio in vigna, puntando su rese basse per ettaro, limitando la vigoria nei nuovi impianti e operando drastici diradamenti per incrementare la concentrazione estrattiva e il livello di maturazione dei grappoli. La favorevole composizione del terreno dove dimorano i filari, a tratti calcareo, ricco di limo, argilla e sassi morenici, ha svolto un ruolo fondamentale perché il sogno dei produttori di creare un vino a base di Trebbiano fuori dal comune potesse diventare realtà. Dal 2005, anno del primo imbottigliamento, il Trebbiano d’Abruzzo della casa, chiamato Sunnae, ha dimostrato una crescita qualitativa costante ed evidente. I grappoli, raccolti e selezionati a mano, sono sottoposti a una pressatura soffice a cui segue una decantazione statica a freddo per circa 18 ore. La fermentazione, innescata con lieviti selezionati, dura almeno due settimane; dopo due travasi ravvicinati il vino sosta sur lie in vasche di acciaio fino al termine di gennaio.

Di un bel giallo paglierino con leggere sfumature dorate, l’annata 2012 (90% Trebbiano, 10% Fiano) emana un profumo deciso e intenso, improntato su mandorla verde, zest, melone, frutto della passione, cerfoglio e suggestioni floreali di tarassaco e ranuncolo. Dotato di una spiccata freschezza agrumata, discendente dalla precisa scelta di non sottoporre il vino alla malolattica, l’assaggio è bilanciato da un apporto glicerico più che adeguato; grazie alla pulizia del gusto e ai guizzi minerali, che dànno profondità all’insieme, il Sunnae dimostra di non essere “il solito Trebbiano abruzzese” ed è protagonista sulla tavola in abbinamento con un eterogeneo range di pietanze, legate alla tradizione culinaria regionale e non solo. Da non trascurare infine l’appetibilità economica che lo rende alla portata di tutti.

Col del Mondo
Contrada Campotino, 35/C
65010 Collecorvino (PE)
Tel. 085 8207831
www.coldelmondo.com
info@coldelmondo.com

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina