Notizie
Home > Notizie > Les Pucelles

Les Pucelles

Roberto Greco
Dal n.74 di
Fotografia

Ho avuto il piacere di conoscere Madame Anne-Claude Leflaive un pomeriggio in Borgogna, nella sua cantina a Puligny-Montrachet. Giornata indimenticabile e fortunata poiché nella mattinata, insieme a dei colleghi, avevamo fatto visita a Vosne-Romanée ad un’altra delle cantine di livello assoluto per il vino borgognone, il Domaine di Madame Lalou Bize-Leroy. Lalou e Anne-Claude, due personalità uniche, diverse ed indiscusse dell’enologia mondiale in una sola giornata. Discendente di una delle più importanti famiglie di vigneron di Borgogna, Anne-Claude ha saputo imporre la sua filosofia di coltivazione particolarmente attenta alla proiezione cosmica e all’influenza delle forze planetarie nell’agricoltura. Dalla sua parte, dal 1988 al 2008, infatti, il régisseur del domaine è stato Pierre Morey, uno dei più seri e rigorosi vignaioli borgognoni nell’applicare le teorie della biodinamica sia in vigna sia in cantina. Al momento è il giovane Eric Remy a gestire le attuali fasi di lavorazione.

Quattro secoli di storia per questa prestigiosa cantina, a partire dal 1717 quando Claude Leflaive si trasferisce per lavoro a Puligny. La vera fondazione del domaine però inizia nel 1920, quando Joseph Leflaive, stanco che le sue uve fossero acquistate da alcuni négociant, decide di vinificare e commercializzare in proprio i vini dai vigneti di famiglia. Inizia così a reimpiantare le nuove vigne, selezionando insieme a Francois Virot i portainnesti migliori per ciascun climat. Dal 1953, dopo la morte di Joseph, furono i quattro figli a rilevare l’amministrazione della cantina. Nel 1990, entra a far parte del Consiglio di Amministrazione, Anne-Claude, diplomata in enologia e figlia di Vincent. Dal 1993, è lei a condurre l’azienda, dopo che il cugino Olivier decide di uscire dalla gestione per dedicarsi alla propria impresa di négociant. Con l’acquisizione, in seguito, di varie parcelle di gran valore, la superficie di vigneto conta al momento ventitré ettari.

Da questi terreni unici per terroir, il Domaine produce le seguenti “appellations”: dai Grand Cru di Bâtard-Montrachet, Bienvenue-Bâtard-Montrachet, Chevalier-Montrachet ed il mitico Montrachet si passa ai quattro Premier Cru Puligny-Montrachet: Les Combettes, La Clavoillon, Les Folatières e Les Pucelles. Finiscono la gamma produttiva, il Meursault sous le Dos d’Âne ed i Village di Puligny-Montrachet. Le vendemmie sono eseguite in massima parte, tra il 15 Settembre e il 5 Ottobre. Il mosto, dopo essere stato trasferito in serbatoi di acciaio, rimane per circa 12 ore a 7 gradi di temperatura. Passa poi in botti di legno da 228 litri dove, tramite i lieviti naturali, ha luogo la fermentazione alcolica ed in seguito la malolattica. Tutti vini utilizzano al massimo un 35% di legno nuovo, ad eccezione de Le Montrachet, prodotto solo in quattrocento esemplari, dove la pièce è di solo legno nuovo. Dopo circa un anno di maturazione sui propri lieviti i vini sono travasati in contenitori di acciaio, dove sostano per sei mesi prima dell’imbottigliamento.

Recentemente abbiamo degustato uno dei premier cru più importanti di Puligny, un vino ottenuto da un vigneto confinante con due dei Grand Cru, il Bâtard-Montrachet ed il Bienvenue-Bâtard-Montrachet, Les Pucelles. Il millesimo in questione era il 2001, annata di grande interesse ed evoluzione, dominata dalla presenza di una nota acida ben determinata e da una mineralità incisiva ed elegante. Alla vista il vino presenta un colore giallo paglierino tendente al dorato, di ottima concentrazione. Al naso si susseguono in successione erbe aromatiche, profumi intensi e netti di salamoia, fiori gialli, singolari note fumé e frutta esotica. Lentamente si apre a delicate note di pan brioche, frutta secca ed eleganti sentori minerali. In bocca sfoggia una grande avvolgenza e morbidezza, impreziosita dalla decisa scia acida e sapida, di grande intensità, riportando in evidenza nel finale le note di pietra focaia. Equilibrato, di incredibile persistenza. Si abbina a Petto di pollo, burro d’arancia e asparagi selvatici o a lasagne con scampi in salsa di noci e maggiorana.

Domaine Leflaive
Place Pasquier de la Fontaine
21190 Puligny-Montrachet
Tel. 0033 (0)3 80213013
www.leflaive.fr
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina