Bibenda
Notizie
Visualizza tutte le notizie
Il Messaggero del 29 marzo
Marchesi di Barolo e Salcheto
Pubblicato il 29/03/2022
Marchesi di Barolo - Barolo Cannubi 2017Quell'eleganza scoperta da Cavour
Una delle aziende piemontesi di più antica tradizione vitivinicola, la cui nascita si deve a Camillo Benso Conte di Cavour, talmente appassionato dei vini di Borgogna da volerli replicare in patria. Il progetto si realizzò con il prezioso contributo di Louis Claude Oudart, enologo della Reale Società Agraria di Torino, il quale si concentrò sulla varietà Nebbiolo che cresceva rigoglioso nelle tenute di Carlo Tancredi Falletti e sua moglie Juliette Colbert: i Marchesi di Barolo. Circa un secolo fa l’azienda fu acquistata dalla famiglia Abbona, oggi alla quinta generazione, che raccolto il prezioso testimone, continua a gestirla con successo. Dal prestigioso cru Cannubi arrivano le uve di questo Barolo granato intenso, naso di nobile austerità, esprime china e cacao, liquirizia, tabacco e noce moscata, agrumi. Sorso elegante, trama tannica ben delineata, lunga scia sapida e speziata. In cantina sfiderà il tempo. Per un prelibato brasato al Barolo.

Marchesi di Barolo
Barolo CN

Barolo Cannubi 2017
Rosso Docg - 5 Grappoli: l’Eccellenza di Bibenda
Il Messaggero del 29 marzo 2022
Salcheto - Vino Nobile di Montepulciano Vecchie Viti del Salco 2018Note di mirtilli avvolgenti come un salice
Tradizionalmente, in questi territori, i tralci del salice (salco), per via della loro flessuosità e reperibilità, venivano utilizzati per legare le viti. Così importante la loro presenza da ispirare il nome deal ruscello che scorre ai confini della tenuta, all’azienda stessa e al vigneto più antico da cui arrivano il Prugnolo Gentile e il Sangiovese le “classiche” uve che compongono il blend per realizzare il Vino Nobile, qui dal manto rosso granato. Ad aprire il ventaglio olfattivo un fresco tripudio di fragoline, mirtilli e ribes. Seguono, in successione, avvolgenti note di muschio, humus, chiodi di garofano e tabacco, sensazioni piacevolmente affumicate in scia. Nobile anche al sorso, raffinato, un abbraccio vellutato dirige l’assaggio, scandito da buona freschezza e adeguata sapidità. Lunga persistenza speziata. Un’etichetta da conservare a lungo in cantina. Perfetto con filetto di scottona ai funghi porcini e salsa al Vino Nobile.

Salcheto
Montepulciano SI

Vino Nobile di Montepulciano Vecchie Viti del Salco 2018
Rosso Docg - 5 Grappoli: l’Eccellenza di Bibenda
© RIPRODUZIONE RISERVATA