Notizie
Home > Notizie > Fitness e vino

Fitness e vino

Cinzia Bonfà
Dal n.151 di
Fotografia

La recente manifestazione di Cantine Aperte appena conclusa mi ha fatto pensare a un fenomeno culturale che sta invece prendendo sempre più piede in America riguardo le visite in cantina unite al fitness. Un certo numero di aziende vinicole statunitensi hanno iniziato a offrire lezioni di fitness, tra cui lo yoga, pilates e Boot Camp seguite subito dopo dalla classica degustazione di vini. Le aziende che hanno aderito a questa formula sono rivolte a un pubblico che va oltre la tradizionale degustazione con massimo un piatto di formaggio o di salumi. È stata la Wolffer Estate Vineyard con sede a Sagaponack (NY) a iniziare l’abbinamento: una lezione di yoga con degustazione dei propri vini. Questa strana sinergia di benessere si svolgeva di domenica ma ha avuto talmente tanto successo che l’azienda ha dovuto estenderla a tutti i giorni della settimana. “C’è molta gente che va a fare yoga e compra il vino da portarsi via a casa”, dice il proprietario Joey Wolffer.

L’azienda Domaine Carneros di Napa Valley, invece fa un pacchetto a 125$ a persona che comprende oltre la lezione di yoga e la degustazione, anche il pranzo unendo così cibo, vino e attività fisica. La sessione di yoga di un'ora si svolge su un prato accanto al castello Domaine Carneros, seguita rapidamente da un bicchiere di bollicine, poi una breve passeggiata attraverso la cantina e un brunch luce sul patio del vigneto con i vini aziendali. Per i più “tosti” sono previsti anche sprint su per le scale del castello. Di sicuro esercizio e bevande alcoliche non sono mai andate d’accordo, non hanno mai avuto un percorso insieme, mano nella mano, però molti di noi pensano a una meritata ricompensa dopo un’ora di ginnastica proprio concedendosi in relax un buon bicchiere di vino, un alimento del tutto sano e naturale. Ecco come il vino si elevi ad avere una reputazione di “sanità”. Unire del fitness all’aria aperta, comminando poi tra i vigneti, e godere della natura e dei frutti che la natura stessa ci dà, non è un concetto del tutto sbagliato, anzi, potrebbe essere uno stimolo in più a uscire dal torpore e dal grigiore cittadino per illuminarsi di luce e colori e per arricchire il nostro bagaglio culturale. Un movimento e un sorso e si tengono in allenamento non solo i muscoli ma anche la testa e sicuramente lo spirito!

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina