Notizie
Home > Notizie > Film e vino

Film e vino

Cinzia Bonfà
Dal n.144 di
Fotografia

Il vino da semplice comparsa in tantissimi film è invece il protagonista assoluto in alcune pellicole. Come tutti i grandi attori, il vino è stato prima semplice coprotagonista ai margini della trama principale poi via via ha cominciato a ritagliarsi parti sempre più importanti, fino a divenire una vera e propria star. Iniziando dai film d’antan si arriva in un sorso e d’un fiato ai tempi più recenti con vini tutti italiani consigliati in abbinamento. Per l’annata si fa riferimento a quella corrente, visibile nella Guida vini Bibenda 2015.

This earth is mine (USA, 1959). Regia: Henry King
Nel 1931, una giovane donna inglese si reca in California per una visita informale ai propri zii, produttori di vino, che hanno mantenuto i loro profitti anche in anni di siccità. Ma la ragazza non può immaginare che lei è l’obiettivo della famiglia: quello di organizzare un matrimonio tra lei e l’erede di un’altra azienda e di unire il paese.
Vino consigliato: Primitivo di Manduria Es Rosso Doc 2012, Gianfranco Fino

“The secret of Santa Victoria” (USA, 1969). Regia: Stanley Kramer
Anthony Quinn, sindaco della cittadina italiana di Santa Vittoria, si rifiuta di farsi portar via tutto il vino della sua vallata dai nazisti tedeschi che stavano invadendo l’Italia. Tra i protagonisti anche Virna Lisi e Anna Magnani.
Vino consigliato: Greco di Tufo Giallo D’Arles Bianco Docg 2012, Quintodecimo

L’anno della cometa (USA, 1992). Regia: Peter Yates
Quando i corpi celesti interferiscono con le vicende umane anche le vendemmie diventano molto particolari. Margaret Harwood, giovane enologa, va in Scozia per catalogare i vini del padre e trova una rara bottiglia in magnum di Lafite, prodotta nell'anno del passaggio della cometa di Halley nel 1811. Si troverà a fuggire da un gruppo di mercenari che inseguono la preziosa bottiglia.
Vino consigliato: Bolgheri Superiore Grattamacco Rosso Doc 2011, Grattamacco

Mondovino (FRANCIA / ITALIA / ARGENTINA / USA, 2004). Regia: Jonathan Nossiter
Critico su una parte del mondo del vino è questo documentario di Jonathan Nossiter che introduce l’impatto della globalizzazione sulle regioni produttrici di vino e in particolare dell’influenza del critico Robert Parker e dell’enologo Michel Rolland nel definire e imporre uno stile internazionale comune a danno dei singoli piccoli produttori, che hanno perfezionato con la tradizione, vini dalle caratteristiche individuali legate al proprio “terroir” di produzione.
Vino consigliato: Trebbiano d’Abruzzo Bianco Doc 2010, Valentini

Sideways - In viaggio con Jack (USA, 2004). Regia: Alexander Payne
Considerato uno dei film più importanti sul vino. La trama è concentrata sulla storia di due amici che inizialmente intraprendono un viaggio di addio al celibato in California e poi scoprono, nel vino e nelle varie aziende, un modo per divertirsi e per riflettere un po' di più sulla vita. Il film ha aiutato il Pinot Noir a trasformarsi in uno dei vini più venduti negli Stati Uniti.
Vino consigliato: Vallée d’Aoste Pinot Noir Elevé en Fût de Chêne Rosso Doc 2012, Anselmet

A Good Year (USA, 2006). Regia: Ridley Scott
Russell Crowe è un azionista cinico di Londra che è costretto a tornare in Francia, dove ha trascorso la sua infanzia, in un bellissimo castello della Provenza ereditato da suo zio. Nel film, un bicchiere di vino gli cambia letteralmente la vita.
Vino consigliato: Ghiaie della Furba Rosso Igt 2009, Capezzana

Vicky Cristina Barcelona (USA, 2008). Regia: Woody Allen
Alcuni dicono che questo lavoro di Woody Allen sul vino doveva essere nominato per un Oscar anziché uscire come fuori concorso al Festival di Cannes. Un bicchiere di vino accompagna il trio stellato di Javier Barden, Scarlet Johanson e Penelope Cruz in quasi ogni scena della città spagnola. Un film delizioso.
Sicilia Nero d’Avola Lu Patri Rosso Doc 2012, Baglio del Cristo di Campobello

Bottle Shock (USA, 2008). Regia Randall Miller
Il protagonista Bo (Chris Pine), si ritrova a dirigere un’azienda vinicola californiana e decide di rappresentare la Napa Valley a un concorso dominato prevalentemente da aziende vinicole francesi. Basato su eventi realmente accaduti, il film ritrae il miglior concorso enologico internazionale del 1976, quando i francesi persero sorprendentemente contro i californiani.
Vino consigliato: Batàr Bianco Igt 2012, Querciabella

Blood into wine (USA, 2010). Regia: Ryan Page e Christopher Pomerenke
Il documentario racconta la storia di un artista di musica rock che decide di abbandonare il caos di Los Angeles e di trasferirsi in una città fantasma dell’Arizona per produrre vini e dare la possibilità a questo paese di riscattarsi contro i pregiudizi vinicoli del mondo.
Vino consigliato: Sole di Sesta Rosso Igt 2011, Cottanera

Red Obsession (USA, 2013). Regia: David Roach
In un altro documentario, abbiamo la possibilità di conoscere la storia dell'ossessione cinese verso i vini francesi, in particolare quelli della regione di Bordeaux. Narrato da Russell Crowe, il film mostra come il paese asiatico è diventato uno dei principali poli di acquisizione di vino francese, considerato una fonte di turismo, gastronomia e lusso.
Vino consigliato: Bolgheri Superiore Ornellaia Rosso Doc 2011, Ornellaia

Barolo Boys. Storia di una Rivoluzione (Ita/ Eng, 2014). Regia: Paolo Casalis e Tiziano Gaia
Film/documentario che racconta l'epopea dei Barolo Boys, un gruppo di amici, piccoli produttori delle Langhe, che a cavallo tra anni '80 e '90 cambiò radicalmente il mondo del Barolo e più in generale del vino italiano, introducendo l’utilizzo della amata e odiata barrique.
Vino consigliato: Barolo Brunate Rosso Docg 2010, Rinaldi

Vinodentro (Italia, 2014). Regia: Ferdinando Vicentini Orgnani.
È la storia di un timido impiegato di banca e marito fedele che, per amore iniziale verso un vino trentino, un “Marzemino”, diventa capo rettore della rivista di vino più prestigiosa del settore, BIBENDA, nonché un esperto a livello mondiale. Toni noir pennellano tutta la trama quando il protagonista viene accusato dell’omicidio di sua moglie. E’ il primo film italiano sul mondo del vino, film che BIBENDA ha sposato sin dall'inizio, offrendo la propria collaborazione tecnica assolutamente in linea con il titolo della Guida 2014: Ti Amo Italia.
Vino consigliato: Trento Brut Madame Martis Riserva Spumante Doc 2004, Maso Martis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina