Notizie
Home > Notizie > La Gironda

La Gironda

Cinzia Bonfà
Dal n.133 di
Fotografia

Con l'azienda La Gironda siamo a Nizza Monferrato, cuore pulsante del vitigno e vino Barbera. A condurla dal 2000 è la famiglia Galandrino insieme agli enologi Giuliano Noè, Beppe Rattazzo e Adamo Alberto. Prima di coltivare la vigna Agostino Galandrino aveva lavorato nel settore meccanico per la costruzione di macchine legate all’enologia. Il rispetto per l'ambiente ha portato La Gironda a fregiarsi della certificazione ISO14001 che attesta il raggiungimento di ottime performance ambientali non solo in vigna ma in più fronti. Difatti in vigna ci sono solo trattamenti indispensabili e in cantina massima attenzione alla sostenibilità, inoltre c’è una riduzione degli sprechi di risorse idriche ed energetiche. Dai 7 ettari di proprietà, l'azienda produce principalmente Barbera declinata dalle tipologie più importanti a quelle più semplici tutte di notevole piacevolezza. Per personalizzare le sue etichette La Gironda ha voluto rivisitare, con vecchie stampe o fotografie, giochi popolari di un tempo propri della tradizione popolare dei luoghi. La Lippa potrebbe essere definita il golf di Langhe e Monferrato. Le dotazioni per la pratica di questo sport (molto diffuso un tempo tra i giovanissimi), consistono in un robusto bastone e in un legno appuntito. Doti per praticarlo: polso fermo, agilità e riflessi pronti. Divertimento a costo zero!

Bassissimo invece il costo della stupenda Barbera d’Asti La Lippa 2013 (7 euro circa in enoteca) con note fruttate fresche iniziali, di ciliegia e mora. Poi si scalda, come un gioco affannoso e gioioso prende il via e regala sensazioni di terra smossa, polvere di cacao e fava di cacao. In bocca scivola veloce e morbido, di giusta freschezza e sapidità. Una Barbera appagante, gustosa e beverina, dall’uso quotidiano ma anche per le occasioni più “nostre”, più speciali, se vogliamo. Solo acciaio. Poliedrica in tavola, predilige i primi piatti della tradizione piemontese: tajarin e ravioli del plin in primis ma anche minestre e risotti. Superlativa con delle salsicce alla brace.

Nella tradizione piemontese questo vino è sempre stato indicato al femminile: "la" Barbera e non "il" che si riferisce invece al vitigno. Non che chiamare questo vino al maschile sia disdicevole, ma certamente e' preferibile che "la" Barbera rimanga tale, perché, tutto sommato, è un vezzo simpatico e distintivo. Il suo crescente successo, non solo nei mercati nazionali ma anche internazionali, è dato proprio dalla sua domabile bevibilità, un vino rosso “da pasto” molto apprezzato un po’ da tutti i palati. Ha avuto anche periodi bui ma oramai superati da tempo. Affinato in botte o in acciaio il vitigno Barbera si esprime in modo differente e nelle sue varie interpretazioni diventato anche vino “importante”, adatto all’invecchiamento e in grado di competere con tutti i grandi vini rossi italiani. Il merito va a un numero sempre maggiore di produttori piccoli e grandi che hanno creduto nelle potenzialità di questo vino.

La Gironda
Strada Bricco, 12 
14049 Nizza Monferrato (AT)
Tel. 0141 701013
www.lagironda.com 
info@lagironda.com 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina