Notizie
Home > Notizie > L’Oregon e il Pinot Noir

L’Oregon e il Pinot Noir

Cinzia Bonfà
Dal n.116 di
Fotografia

Riflettori sull’Oregon questa settimana con uno splendido Pinot Noir di Formaglini Vineyards La Quercia Block annata 2012. Questa giovane azienda ha tanto da raccontare, una storia bella, nata proprio attraverso il web e i social network più importanti con i quali promuove il proprio vino e con i quali molti di noi giornalisti e winelover hanno a che fare tutti i giorni per informazioni e lavoro. David De Lancelotti, proprietario dell’azienda Formaglini ha radici italiane; sua nonna paterna, con cognome da nubile De Lancelotti, era natia di un piccolo villaggio alle porte di Bologna ed è lì, nel comune di La Quercia, che questo vino ha le sue origini. Lui è un giovane vigneron di Willamette Valley in Oregon, zona vocata per i suoi Pinot Noir eleganti e affascinanti, conosciuti in tutto il mondo, all'altezza dei Grand Cru e Premiere Cru della Borgogna. Qui nel 2007 David decide di piantare i primi vigneti di Pinot Noir, di aspettare 5 anni e di fare la sua prima vendemmia nel 2012. Una lunga e giusta attesa per dare alle vigne il tempo necessario per ottenere un vino di classe mondiale alla stregua degli altri vini prodotti in questa zona baciata da Dio. Oggi l'azienda ha 5 ettari vitati e il cru La Quercia è seguito e coccolato con grande dedizione: le rese per pianta sono bassissime per poter conferire ancora di più al vino tutta la qualità possibile. Inoltre in vigna si abbraccia il principio biodinamico e in cantina si effettuano pochi interventi. Il vino veste un rubino luminoso con riflessi granato. Ha forte personalità olfattiva dai toni eleganti quasi sontuosi di rosa selvatica, ribes, prugna, liquirizia che si alternano a soffi di muschio, di tartufo nero e grafite. Il sorso è rotondo, fresco e leggiadro con dote tannica appena percettibile e ammaliante eco di frutti di rovo. Un vino di cuore, di estrema eleganza, un bere di grande charme.

L’Oregon situato tra lo Stato di Washington a nord e la California a sud è sempre stato la patria dei produttori artigianali che vinificavano le uve coltivate in piccoli vigneti gestiti personalmente e anche di loro proprietà. All’inizio del secolo scorso aveva meno di 4.000 ettari vitati e negli ultimi trent’anni ha piantato vitis vinifera a ritmo straordinario producendo ottimi vini. La Willamette Valley è la zona più importante e più vocata per la produzione di Pinot Noir, oramai vitigno indissolubile e principale dell’Oregon e si trova nella parte settentrionale dello Stato. La sua “scoperta” vinicola risale alla fine degli anni Sessanta a opera di alcuni vignaioli californiani quali David Lett e Dick Erath. Nella metà degli anni Ottanta molti produttori stranieri di alto profilo si insediarono nella zona fino a richiamare l’attenzione stessa della Borgogna e del guru del vino Robert Parker che iniziarono a produrre Pinot Noir vellutati e raffinati. Qui, infatti, nascono vini molto buoni creando l’illusione di bere un ottimo Borgogna rosso anche se i Pinot dell’Oregon sono in genere più morbidi, più rotondi e più veloci a maturare rispetto a quelli europei ma la Willamette Valley è oramai nella mappa internazionale del vino e con il suo favoloso Pinot Nero ne sottolinea il carattere distintivo dell’Oregon.

Formaglini Vineyards
Calkins Lane
Newberg, Oregon 
Tel. 00503 3510528 
www.formaglinivineyards.com
info@formaglinivineyards.com

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina