Notizie
Home > Notizie > Trebotti e il Sol Levante

Trebotti e il Sol Levante

Roberto Greco
Dal n.47 di
Fotografia

Un fine anno di tutto rispetto per la cantina viterbese Trebotti, di Castiglione in Teverina, perché negli ultimi mesi del 2012, alcuni membri del governo di due importanti nazioni del Sol Levante, Giappone e Sud Corea, non solo hanno apprezzato la qualità della produzione vinicola, ma hanno di fatto giudicato avvincente il lavoro che l’azienda svolge sia dal punto di vista della sostenibilità ambientale, che da quello economico e sociale. Dopo il disastro ambientale di Fukushima del 2011, infatti, il Giappone sta cercando con sforzi enormi di risollevarsi dalla catastrofe, puntando esclusivamente a moderne politiche economiche, sfruttando sistemi sostenibili e avvalendosi di produzioni agricole biologiche e nel pieno rispetto del territorio. Lo scorso ottobre il ministro dell’Agricoltura giapponese Akira Gunji, dopo alcuni incontri istituzionali presso la Fao qui in Italia, accompagnato da una delegazione del suo Paese e da esponenti dell’ambasciata giapponese in Italia, ha voluto intenzionalmente far visita all’azienda laziale per cercare di comprenderne il processo produttivo, soffermandosi in particolare sulle tecniche di vinificazione e sui vari metodi di trasformazione. Ha inoltre cercato di capire alcune regole della gestione a conduzione familiare che i tre fratelli Botti, Ludovico, Clarissa e Bernardo coadiuvati dai genitori Giulia e Francesco, utilizzano sin dal 2003, anno di nascita della cantina, con l’obiettivo poi di sottoporle a quei nuclei parentali nipponici che, a suo avviso, restano ancora troppo disgregati.

Dopo la visita, la cantina è stata contattata da una catena di supermercati, la Seitan, per commercializzare le bottiglie, mentre un’agenzia viaggi giapponese sta cercando di organizzare tour in cantina per spiegare il meccanismo di questo tipo di coltivazione virtuosa.

A novembre invece, è toccato al ministro dell’Agricoltura sud coreano Suh Kyu-Yong, a far visita alla Trebotti, per dar modo ad importatori e a vari ristoratori di concludere importanti contratti di acquisto.

Intanto la famiglia Botti, in collaborazione con l’Università della Tuscia e l’Istituto Sant’Anna di Pisa, sostiene un moderno ed apprezzabile progetto di sostenibilità ecologica, che comprende la creazione di un “biolago” per la fitodepurazione delle acque, un sistema naturale di depurazione delle acque di scarico delle cantine, riutilizzabili per l’irrigazione di emergenza, la produzione di un compost ottenuto da residui di potatura e vinacce, ed infine, la realizzazione di una cella di appassimento delle uve a risparmio energetico. Per questo motivo, Ludovico Botti, enologo e responsabile aziendale, è stato premiato come uno dei dodici agricoltori dell’anno nell’ambito del concorso “Nuovi fattori di successo”.

Trebotti
Strada della Poggetta, 9
01024 Castiglione in Teverina (VT)
Tel. 0761 948930
www.trebotti.it
info@trebotti.it
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina