Notizie
Home > Notizie > Corriere di Verona, titolo scandaloso

Corriere di Verona, titolo scandaloso

Franco M. Ricci
Dal n.40 di
Fotografia

“Amarone superstar e Prosecco umiliato”. Questo avrebbe fatto BIBENDA 2013, secondo il Corriere del 15 Novembre.

Premesso che BIBENDA, Guida e Rivista dei Migliori Vini d’Italia, ha da anni (e per prima) “sdoganato” il Prosecco, portandolo ai fasti che merita.

Sempre e da sempre ne abbiamo esaltato la qualità. Non solo, ne parliamo, lo presentiamo e lo facciamo anche degustare nelle aule dei nostri Corsi per Sommelier a migliaia di persone.

Non sappiamo invece, se il Consorzio o la stampa Veneta si siano mosse adeguatamente per esaltare il Prosecco di qualità, ad esempio, demolendo chi in casa rema contro l'immagine di questo importante vino italiano, facendo vendere sullo scaffale il proprio capolavoro a 0,70 Euro o qualche centesimo di più. E proprio il Consorzio, per primo, dovrebbe essere attento a organizzare eventi culturali di qualità, e non confuse ammucchiate durante le quali nessuno ricorda cosa ha bevuto.

Il fatto poi che BIBENDA 2013, per prima ad aver assegnato i 5 Grappoli ed elevato a livello dei più blasonati vini italiani il Prosecco di Nino Franco nel 2008, che quest’anno per un soffio non li ha avuti, non significa certo, caro collega Francesco Verni, come dice il tuo intervistato, che il Prosecco è vittima di snobismo.

Lo snobismo si deve all’ignoranza. E certamente di questo non si può proprio accusare noi, che della cultura in questo campo ne abbiamo fatto un baluardo. Noi che siamo rimasti soli e tuttora gli unici ad educare 10.000 persone l’anno, dalla Sicilia al Piemonte, mentre nessun privato, né tantomeno (figuriamoci!) lo Stato ci seguono. Anzi, proseguono con la loro penosa, povera programmazione nelle scuole alberghiere dove la cultura del vino è completamente assente e ignorata.

Noi, invece, abbiamo dato voce e spazio a ben 39 Prosecchi con valutazioni da 90/100 (punteggio che nella nostra guida equivale a vini di grande livello e spiccato pregio). Abbiamo pubblicato le degustazioni di altri 91 Prosecchi con punteggi da 84/100 (equivalente a vini di buon livello e particolare finezza), cosa che altre guide non fanno né hanno fatto. Forse Nardi, Presidente del Consorzio, non se n’è accorto, o forse non ha fatto il Corso. Noi di Nino Franco abbiamo scritto: “Storica Azienda che rappresenta sempre una garanzia per il Prosecco di qualità che ha conquistato i mercati di tutto il mondo. Anno dopo anno, abbiamo trovato vini appaganti ed eleganti, ottimi esemplari della tipologia…

Caro Francesco Verni, ti invito a Roma, mio ospite, per fare un bellissimo Corso per Sommelier! Buon Lavoro!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina