Notizie
Home > Notizie > Cinque volte Toscana

Cinque volte Toscana

Alla scoperta delle cinque sedi di Carpineto, grande azienda presente nelle più importanti denominazioni della regione.

Antonella Pompei
L'azienda CarpinetoCarpineto è un’azienda che produce tre milioni e mezzo di bottiglie di vino all’anno, eppure sembra poco conosciuta anche dagli addetti ai lavori. Forse perché oltre l’85% della produzione é destinata all’estero, e anche per non aver privilegiato, in questi anni, l’aspetto comunicazionale. Vini diffusi in oltre 70 paesi nel mondo, tra cui Canada, Germania, Svizzera, Stati Uniti, Australia e Regno Unito ... è dunque il momento di conoscerli. L’azienda venne fondata nel 1967 da Antonio Mario Zaccheo e Giovanni Carlo Sacchet, con l’intento di produrre un Chianti Classico di livello internazionale, un obiettivo non da poco, specie in quegli anni.  La Toscana fu la regione prescelta, sebbene i due fossero originari, rispettivamente, della Puglia e del Veneto. Antonio Zaccheo viene da una famiglia da sempre impegnata nel mondo del vino, dove partecipava alla coltivazione della vite, alla produzione ed alla commercializzazione del vino. Subito dopo il diploma, sceglie il Chianti Classico come luogo in cui vuole realizzare la sua idea. In Toscana incontra  Giovanni Sacchet, originario del bellunese, enologo per vocazione, giunto nella regione per formarsi professionalmente dopo gli studi alla Scuola di Enologia a Conegliano. Condividendo l’amore per la Toscana e lo stesso sogno, i due soci intraprendono l’avventura Carpineto, che  quest’anno festeggia 50 anni. Un’azienda che ha mantenuto, nel tempo, l’assetto familiare, impiegando i figli dei soci, Caterina, enologa, ed Elisabetta Sacchet, Francesca ed Antonio Michael Zaccheo, che continuano  a sperimentare rimanendo tuttavia nel solco della tradizione. Oggi l’azienda conta 5 bellissime sedi, denominate “Appodiati”, ubicate nelle più importanti denominazioni toscane. Antonio Zaccheo crede fermamente che, più che del biologico inteso come certificazione, l’attenzione aziendale si debba preoccupare di  condurre i vigneti  secondo criteri di sostenibilità, gestendo le cantine nel massimo rispetto dei fenomeni naturali di trasformazione dell’uva. L’azienda, ad esempio, è a credito di CO2, i suoi boschi e le sue vigne assorbono più CO2 di quanta ne produca, inoltre possiede un sistema di pannelli solari da 150 kw per generare energia pulita.
 
L'azienda CarpinetoLa sede originaria, nota da secoli come “Carpineto”, si trova a Dudda, frazione di Greve in Chianti (FI), cuore della docg Chianti Classico.  Oggi è un modernissimo complesso circondato da 8 ettari di vigneti, ospita serbatoi in acciaio inox per fermentazioni a temperatura controllata, zone per lo stoccaggio dei vini, un impianto per la spumantizzazione e macchine da imbottigliamento. Sotto il livello del terreno si trova una grande cella a temperatura costante utilizzata per lo stoccaggio e l’affinamento dei vini; ampio spazio è dedicato all’invecchiamento dei vini nel legno, con circa 1000 tra botti e barrique. Le altre cantine si trovano a Gaville (FI), nell’alto Valdarno, a Montalcino (SI), a Montepulciano (SI) e a Gavorrano (GR), in Maremma. Sono tutte dotate di estesi vigneti, uliveti storici e boschi di macchia mediterranea. Prevalgono le uve a bacca nera quali Sangiovese grosso, localmente chiamato Prugnolo gentile, Cabernet Sauvignon, Canaiolo, Colorino, Teroldego ed alcune varietà sperimentali, cui si aggiungono uve a bacca bianca come Vermentino e Chardonnay, soprattutto nella cantina maremmana. Tenute molto estese, tutte in posizione collinare, ben esposte e con terreni variegati secondo le zone, dove i vigneti sono circondati da uliveti delle tipiche cultivar toscane Frantoio, Moraiolo, Leccino e Pendolino,  lavorate direttamente nei frantoi aziendali. Abbiamo visitato la cantina di Montalcino (SI), l’ultima acquisita: tre piccoli casali di inizio ‘800, molto belli, in pietra, da cui si gode la vista della fortezza, circondati da oltre 10 ettari di vigneto piantati a Sangiovese grosso, un uliveto ed un bosco che protegge le vigne dai venti umidi e caldi provenienti dalla Maremma. Qui la raccolta  delle uve e le lavorazioni in vigna avvengono tutte manualmente. La leggera esposizione a nord, in posizione panoramica e ventilata, i terreni di natura sedimentaria, con uno scheletro di galestro sotto accumuli argillosi, donano a questa tenuta un microclima unico che conferisce al Brunello caratteristiche di alto pregio. La sede di Montepulciano (SI), di 184 ettari, è particolarmente bella, una struttura di grande ed elegante impatto visivo che ospita la cantina e gli altri locali. Vi si allevano nuovi cloni di Sangiovese ed altre varietà, con una densità d’impianto di 8.550 ceppi per ettaro. Nella tenuta di Valcolomba a Gavorrano, nell’alta Maremma,  Carpineto conduce anche un allevamento della pregiata razza suina Cinta Senese. Insieme ai vigneti, suggestive colline di terra rossa ospitano enormi querce di sughero e storici ulivi.

La gamma di vini Carpineto comprende quasi 30 etichette, che comprendono tutte le più prestigiose docg toscane. Circa il 95% della produzione è composta da vini rossi, in maggioranza invecchiati tre anni o più,  superando spesso di 6-12 mesi il limite minimo richiesto dal disciplinare. Un obiettivo dichiarato dell’azienda, fin dall’esordio, è stato quello di produrre vini intensi, ricchi, dai profumi eleganti e tipici, che si conservino vivi e fragranti per molti anni, affidabili, di elevato e costante standard qualitativo e fruibili da un ampio pubblico. Assaggiandoli, diremmo che l’obiettivo è perfettamente raggiunto... Vini ben fatti, fragranti e profumati,  privi di difetti anche nella longevità, dal carattere comune riconoscibile, di gradevole beva e con un ottimo rapporto qualità/prezzo.  Vini che mettono d’accordo il grande pubblico e non solo. Anche nel 2017 infatti, per il secondo anno consecutivo, Carpineto è entrata in una delle classifiche più attese, quella dei 100 vini migliori del mondo di Wine Spectator, grazie al Nobile di Montepulciano Riserva 2012.      
 
Le vigne dell'azienda CarpinetoLa degustazione 

Dogajolo Toscano 2015 Rosso IGT 70% Sangiovese, 30% Cabernet Sauvignon, 12,5% vol. Rosso rubino vivo e intenso, con sentori vinosi e fragranti di ciliegia, erbe aromatiche, note di cipria, vaniglia e un soffio di caffè. Sorso pieno, fresco e morbido, di piacevole bevibilità, con uno stile giovane che mantiene grande struttura e persistenza. Chianti Classico 2015 Docg 80% Sangiovese, 20% Canaiolo, 13,5% vol. Rosso rubino intenso, dagli aromi complessi di frutta rossa e spezie, balsamicità e note dolci. In bocca è elegante, fresco ed equilibrato, con tannini piacevoli e morbidi. Lungo. Rosso di Montalcino 2015 Doc 100% Sangiovese, 13,5% vol. Rosso rubino luminoso, al naso regala vivissimi  sentori di frutta fragrante, note di ciliegia, lampone e prugna, floreali di mammole e viole, di grande freschezza e piacevolissimo gusto che ripropone la fragranza fruttata, di corpo pieno e dai tannini ben integrati, succoso, persistente ed elegante. Brunello di Montalcino 2012 Docg 100% Sangiovese, 13,5% vol. Lucente manto rosso rubino, con  aromi di ciliegia croccante, note floreali e speziate, di buona  freschezza, morbido e caldo, equilibrato, dal tannino evidente e vellutato, con finale lungo e leggermente amaricante. Farnito 2011 Toscana IGT 100% Cabernet Sauvignon, 13,5% vol. Rosso rubino intenso con lieve riflesso violaceo. Al naso offre un bouquet di frutta rossa e nera, di fiori e spezie quali pepe nero e liquirizia, balsamicità e macchia mediterranea. In bocca è fresco e deciso, pieno, elegante e di buona struttura.  La Fornace 2009 Toscana IGT 100% Cabernet Sauvignon, 13,5% vol. E’ uno dei vini aziendali provenienti da un’unica vigna, questo da Montepulciano, prodotto sono nelle annate migliori. Rosso granato limpido, naso ricco di note floreali, balsamiche, cipriate e di macchia mediterranea. In bocca mostra piacevole bevibilità,  giusta freschezza e armoniosa morbidezza mentre continua ad offrirsi elegante e persistente. Nobile di Montepulciano Riserva 2012 Docg 80% Sangiovese (Prugnolo gentile), Canaiolo e Colorino per il resto, 13.5% vol. Rosso rubino limpido e vivace, offre al naso sentori di ciliegia dolce e sottobosco, olive nere in salamoia, cuoio e spezie. Il gusto è seducente e pieno, elegante, fresco e armonioso, dai tannini vellutati e di buona persistenza. Nobile di Montepulciano Riserva 1989 Docg 90% Sangiovese (Prugnolo gentile) 10%  Canaiolo, 13,5% vol. Rosso granato limpido e trasparente. Al naso offre ancora fragranti sentori di frutta a bacca rossa dolce e matura, viola appassita, seguiti da particolari ricordi di caramella mou, biscotto al vino, anice e cannella. In bocca si presenta intatto, pulito e morbido, di sontuosa ed appagante bevibilità, corpo pieno ed elegante, con nobili tannini e lunga durevolezza.   
 
Il proprietario Zaccheo nelle vigne aziendali
La cantina dell'azienda Carpineto
Carpineto S.r.l. - Dudda
50022 Greve in Chianti (FI)
Tel. 055 8549062
Fax 055 8549001
info@carpineto.com
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina