Notizie
Home > Notizie > Tempo di Festival, tempo di Franciacorta

Tempo di Festival, tempo di Franciacorta

Cinquant’anni di storia in vigna e nel bicchiere

Franciacorta, denominazione quasi coetanea della Fondazione Italiana Sommelier, ha scelto il Centro di Cultura della Capitale per festeggiare i suoi primi 50 anni.
Consorzio del FranciacortaUn’occasione unica in cui il Consorzio del Franciacorta e le sue aziende hanno proposto una poliedrica degustazione che ha visto sfilare in passerella tutte le tipologie di Franciacorta, dai base ai Satèn ai Rosé,  i Millesimati, le Riserve, i Demi-sec, in una didascalica descrizione del territorio di appartenenza che non conosce cedimenti, anzi, registra crescita e successi crescenti. Basti pensare che solo dell’ultima annata prodotta sono state ben 16 milioni e mezzo le bottiglie vendute, un dieci per cento delle quali destinate all’esportazione.

Cresce il consenso e crescono anche le aziende che fanno capo al Consorzio, oggi se ne contano 113 distribuite nei 19 comuni della Denominazione per un totale di oltre tremila ettari vitati.  
Quello che segue è un breve resoconto di quanto apprezzato nei prestigiosi banchi d’assaggio affollati fin dal primo pomeriggio da un pubblico sì di appassionati, ma soprattutto di preparati addetti ai lavori.
A corredo del grande banco d’assaggio, si è svolto un importante seminario dedicato alle diverse espressioni del terroir di Franciacorta. Sei diverse realtà di Franciacorta Millesimati, nella versione Pas Dosé, sono state assaggiate in blind tasting e raccontate da Massimo Billetto, docente top di Fondazione Italiana Sommelier, affiancato tecnicamente in questa grande occasione da Silvano Brescianini, Vice Presidente del Consorzio.

Breve panoramica dei vini in degustazione

1701 di Cazzago San Martino ha presentato il Franciacorta Dosaggio Zero Vintage, naso nitido di nocciole tostate, bergamotto ed erbe di campo e assaggio morbido e cremoso, di buona vena sapida, e il Franciacorta Brut, con aromi tropicali e note minerali e bocca sapida, fresca, vivace e leggera.
ALBERELLE di Rovato ha presentato il Franciacorta Satèn, naso intenso di crosta di pane, mandorle tostate e frutta tropicale e bocca fresca e sapida con ritorni agrumati, e il Franciacorta Brut, dal naso minerale con delicate note di anans e gelsomino e assaggio sapido, fresco e piacevolmente minerale.
ANTICA CANTINA FRATTA di Monticelli Brusati con il Franciacorta Dosaggio Zero Essence Nature, pietra focaia, note fruttate e tostate su sorso brioso e sapido, e il Franciacorta Brut, con profumi di crosta di pane, agrumi e ananas e assaggio sapido, agile e minerale.
BARONE PIZZINI di Provaglio d’Iseo con il Franciacorta Brut Animante, note di agrumi, ananas e fiori di campo e corpo fresco, sapido e vivace, e il Franciacorta Rosé Edizione, melagrana, pompelmo rosa, crosta di pane ed echi minerali su assaggio fresco, polposo, agrumato e sapido.
BELLAVISTA di Erbusco ha presentato il Franciacorta Brut Teatro alla Scala, intenso e minerale  di mandarino, tiglio, pane caldo e mandorle su corpo setoso, fresco e di grande equilibrio, e il Franciacorta Brut Gran Cuvée Alma, cedro, lime, susina, crosta di pane e sorso fresco, agile, sapido e agrumato.
BERSI  SERLINI di Provaglio d’Iseo ha presentato il Franciacorta Brut Rosé Rosa Rosae, dal naso dolce di confetti, lampone e rosa e brioso al palato, in equilibrio fra freschezza e sapidità, e il Franciacorta Extra Brut Millesimato, con note di cedro, erbe aromatiche e intensa mineralità e bocca fresca, sapida e persistente.
BONFADINI di Iseo ha presentato il Franciacorta Brut Satèn Carpe Diem, dai ricordi di lievito, frutta tropicale, nocciole tostate su echi minerali e assaggio sapido, fresco e piacevolmente persistente, e il Franciacorta Brut Veritas Nature, ananas, crosta di pane e note minerali con bocca fresca e minerale.
BOSIO di Corte Franca e il Franciacorta Pas Dosé Riserva Girolamo Bosio, elegante di cedro candito, pera e nocciola, origano, salvia e pasticceria salata su bocca complessa, morbida, fresca e minerale, e il Franciacorta Brut Nature Millesimato,  naso sottile, floreale e minerale. Coerente e fresco al gusto.
CA’ DEL BOSCO di Erbusco ha presentato un sublime Franciacorta Cuvée Annamaria Clementi, fine ed elegante di tostature di caffè, mandorle in confetto, miele, agrumi canditi e spezie su bocca setosa, morbida ed equilibrata, e il Franciacorta Brut Cuvée Prestige, ananas, pan brioche e mandorla su sorso vivace e snello.
CASTEL FAGLIA di Cazzago San Martino ha presentato il Franciacorta Dosage Zéro Millesimato Monogram, aromi ricchi e complessi di frutta, spezie e agrumi e sorso fine di marcata sapidità e freschezza, e il Franciacorta Brut Blanc de Blancs Monogram, frutta fresca, ananas e pane su corpo sapido e fresco.
CASTELLO BONOMI di Coccaglio ha presentato il Franciacorta Brut Satèn, note suadenti di miele, cedro candito, biscotti caldi e capperi su corpo setoso, morbido e avvolgente, e il Franciacorta Brut Cruperdu, pompelmo, lime, nocciole e mineralità gessosa su sorso fresco e con ritorni agrumati e minerali.
CASTELVEDER di Monticelli Brusati ha presentato il Franciacorta Pas Dosé, fini sentori di pane caldo, vaniglia e fiori bianchi e gusto fresco, strutturato e minerale nel finale, e il Franciacorta Brut Millesimato, dai ricordi di lievito di pane, frutta matura e vaniglia su corpo vellutato, fresco e di elegante persistenza.
CHIARA ZILIANI di Provaglio d’Iseo ha presentato il Franciacorta Pas Dosé Millesimato, dai ricordi di lime e ananas, note tostate e minerali, e sorso secco e fresco, morbido e sapido, e il Franciacorta Rosé Millesimato, intenso di melagrana, ribes e pepe rosa su vena minerale, assaggio sapido, fresco e persistente.
COLA BATTISTA di Adro ha presentato il Franciacorta Non Dosato Millesimato, incipit olfattivo minerale, poi nocciole tostate, agrumi e mela verde e bocca fresca, sapida, ferrosa e persistente, e il Franciacorta Brut, naso agrumato con note di susina e lieviti e assaggio vivace, fresco e dal finale sapido.
CONTADI CASTALDI di Adro ha presentato il Franciacorta Satèn, naso intenso di acacia, nocciole tostate, gelsomino, agrumi e note minerali su corpo morbido, cremoso, fresco e minerale, e il Franciacorta Brut, netto di ananas, pane bianco e agrumi e dal corpo snello e vivace, piacevole per freschezza e sapidità.
CORTE AURA di Adro ha presentato il Franciacorta Pas Dosé, con ricordi olfattivi agrumi, poi lieviti, fiori bianchi e di intensa mineralità e bocca fresca e sapida, dai rimandi minerali, e il Franciacorta Brut, netto di ananas e cedro, capperi e mela verde e con assaggio dinamico, piacevole di freschezza e sapidità.
CORTE BIANCA di Provaglio d’Iseo ha presentato il Franciacorta Satèn, naso fine e fruttato, con vena vegetale, vaniglia e crema di nocciola e bocca fresca, sapida e di ottima persistenza, e il Franciacorta Extra Brut, pesca bianca matura, gelsomino, tiglio e nocciola e corpo sapido e fresco con ritorni minerali.
FERGHETTINA di Adro ha presentato il Franciacorta Brut Rosé, ribes e pompelmo rosa, zafferano e confetti e corpo di elevato spessore, ricco di freschezza e di lunga persistenza minerale, e il Franciacorta Brut, dai sentori essenziali crosta di pane, scorza d’agrumi e mandorle e dall’assaggio fresco e sapido.
FRANCA CONTEA di Adro ha presentato il Franciacorta Brut Cuvée Primus, dai profumi di ananas, susina, crosta di pane e fiori bianchi e dal corpo sapido, minerale e di spiccata acidità, e il Franciacorta Brut Satèn Millesimato, fini note tropicali, vaniglia e leggera tostatura, bocca strutturata, fresca e minerale.
FRATELLI BERLUCCHI di Borgonato di Cortefranca ha presentato il Franciacorta Brut Rosé Freccianera che sa di rose, fragoline, melograno, nocciola e pepe rosa e palato di buona acidità e verve sapida, e il Franciacorta Brut Freccianera, crosta di pane, burro, rosmarino e zagara su corpo minerale e fresco.
LO SPARVIERE di Monticelli Brusati ha presentato il Franciacorta Extra Brut Millesimato, bouquet ampio, lavanda, nocciola, acacia, biscotto e miele su corpo equilibrato, morbido, fresco e di netta mineralità, e il Franciacorta Brut Rosé Monique, fragoline, pompelmo rosa e granatina, coerente e piacevole.
MIRABELLA di Rodengo Saiano ha presentato il Franciacorta Satèn, al naso lime, mandorla dolce e gelsomino e al palato è fresco, sapido e piacevole, e il Franciacorta Brut, profumi agrumati, crosta di pane e fiori bianchi e assaggio fresco e scattante, sapido e brioso al sorso.
MONTE ROSSA di Bornato ha presentato il Franciacorta Brut Cabochon, intenso e minerale, ricorda capperi, finocchietto selvatico, crème brûlée e incenso, con sorso ricco, strutturato, fresco e di perfetto equilibrio, e il Franciacorta Brut P.R.,  lime, ananas e nuance floreali su bocca vivace, fresca e sapida.
MOSNEL di Camignone di Passirano ha presentato Franciacorta Extra Brut EBB, naso balsamico di menta ed erbe aromatiche, poi agrumi canditi, miele e note tostate su bocca elegante, equilibrata e di fresca mineralità, e il Franciacorta Pas Dosé , essenze agrumate e note  iodate su sorso fresco, affilato e sapido.
QUADRA di Erbusco ha presentato il Franciacorta Brut Satèn, olfatto di mandorle, agrumi e pasticceria lievitata e sorso di buona sinergia acido-sapida, e il Franciacorta Brut, naso delicato di pane appena sfornato, fiori bianchi e agrumi su corpo leggero, sapido, fresco e minerale.
RICCI CURBASTRO di Capriolo ha presentato il Franciacorta Non Dosato Gualberto, aromi complessi, tostature, frutta candita e mineralità con bocca setosa, di elegante vena sapida e lunga persistenza, e il Franciacorta Extra Brut, intenso di agrumi, mandorla dolce e pane caldo su corpo vivace, fresco e sapido.
SOLIVE di Erbusco ha presentato il Franciacorta Brut Millesimato Giasep, naso intenso e minerale, poi fiori di sambuco, ananas e crosta di pane su bocca sapida, fresca e persistente, e il Franciacorta Pas Dosé, frutta tropicale ed effluvi minerali anticipano un corpo teso, sapido e di fresca mineralità.
TENUTA AMBROSINI di Cazzago San Martino ha presentato il Franciacorta Brut Satèn Millesimato, profumi di glicine, lime, pesca bianca e crosta di pane e sorso cremoso, fresco, sapido e minerale, e il Franciacorta Brut Batudé, nocciole tostate, pietra focaia, agrumi su corpo fresco, sapido e sottile.
TENUTA MONTENISA di Cazzago San Martino ha presentato Franciacorta Brut Rosé, che vanta dolci note di fragoline, lamponi e zucchero filato su corpo cremoso, sapido e di freschezza agrumata, il Franciacorta Blanc de Blancs, naso minerale, cedro e mandorle salate su corpo vivace, fresco e sapido, e il Franciacorta Cuvée Royale, ricco di agrumi su delicato fondo minerale e di mandorla dolce e bocca briosa, fresca e di gustosa sapidità.
UBERTI di Erbusco ha presentato Franciacorta Brut Francesco I, agrumi canditi, panettone, susina e mandorle dolci con sorso dinamico, strutturato e fresco, e il Franciacorta Brut Satèn Magnificentia, mela verde, lime, glicine, note minerali e tostate su corpo pieno, vivace, sapido e persistente.
VEZZOLI di Erbusco ha presentato il Franciacorta Brut Millesimato, olfatto minerale con toni di panificazione, fiori di sambuco e agrumi su bocca sapida, fresca e di lunga persistenza, e il Franciacorta Pas Dosé, agrumato e minerale con corpo brioso, fresco e di spiccata persistenza minerale.

Seminario
1701 - Franciacorta Dosaggio Zero Vintage 2011

1701
Piazza Marconi, 6
25046 Cazzago San Martino



Franciacorta Dosaggio Zero Vintage 2011
Bianco Spumante Docg - Chardonnay 85%, Pinot Nero 15% - 13%
Paglierino brillante e di fine perlage. Naso nitido di nocciole tostate, bergamotto, agrumi canditi, mandorle tostate, vaniglia, pane caldo ed erbe di campo. Cremoso e morbido al palato, sottile verve carbonica e buona vena sapida. Finale persistente con ritorni tostati e minerali. 40 mesi sui lieviti. Rombo in crosta di patate.

Bosio - Franciacorta Brut Nature Millesimato 2011

Bosio
Via Mario Gatti, 4
25040 Corte Franca BS  



Franciacorta Brut Nature Millesimato 2011 
Bianco Spumante Docg - Chardonnay 70%, Pinot Nero 30% - 12,5%
Paglierino brillante. Inizialmente timido all’ingresso olfattivo, poi si lascia andare a sensazioni floreali di acacia e agrumi, mandorle dolci e vibrante mineralità. Lineare al sorso, è dotato di freschezza agrumata, vibrante sapidità e lunga persistenza agrumata. 42 mesi sui lieviti. Crudo di scampi.

Castel Faglia - Franciacorta Dosage Zéro Millesimato Monogram 2012

Castel Faglia
Loc. Boschi 3 - Frazione Calino
25046 Cazzago San Martino



Franciacorta Dosage Zéro Millesimato Monogram 2012
Bianco Spumante Docg - Chardonnay 80%, Pinot Bianco 20% - 12,5%
Cristallino dai riflessi dorati. Raffinato ed elegante al naso, con avvolgenti aromi di frutta matura, spezie bianche, pane caldo, fiori bianchi, erbe aromatiche e agrumi e spezie delicate. Strutturato al palato, con marcata sapidità e freschezza e lunga persistenza minerale e fruttata. 30 mesi sui lieviti. Crudità di pesce.

Castello Bonomi - Franciacorta Dosage Zéro 2009

Castello Bonomi
Via San Pietro, 46
25030 Coccaglio BS



Franciacorta Dosage Zéro 2009
Bianco Spumante Docg - Chardonnay 50%, Pinot Nero 50% - 12,5%
Paglierino brillante. Ingresso olfattivo agrumato di cedro e buccia di limone, a seguire intense percezioni di capperi, zenzero, pan di Spagna, nocciola e cenere. Articolato al palato, avvolgente e profondo, con intensa persistenza fresca, sapida e minerale. 50 mesi sui lieviti. Zuppa di crostacei.
 

Castelveder - Franciacorta Pas Dosé

Castelveder
Via Belvedere, 4
25040 Monticelli Brusati



Franciacorta Pas Dosé
Bianco Spumante Docg - Chardonnay 100% - 13%
Giallo paglierino brillante. Elegante al naso, profuma di fiori bianchi, crosta di pane appena sfornato, vaniglia, frutta secca e nitida mineralità. Strutturato al palato, di buona corrispondenza acido-sapida e lunga persistenza minerale. 30 mesi sur lie prima della sboccatura. Ravioli di pesce spada al finocchietto.

Il Mosnel - Franciacorta Pas Dosé s.a.

Il Mosnel
Via Barboglio, 14
25040 Camignone di Passirano BS   



Franciacorta Pas Dosé s.a.    
Bianco Spumante Docg - Chardonnay 60%, Pinot Bianco 30%, Pinot Nero10% - 12,5%
Giallo paglierino brillante. Ingresso olfattivo intenso, ricorda agrumi maturi, fiori bianchi, mineralità fumé, sensazioni iodate e tostatura di mandorle e nocciole. Al palato è fresco, cremoso, di vibrante sapidità e di lunga persistenza agrumata. 30 mesi sur lie. Filetti di branzino con mandorle e zafferano
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina