Notizie
Home > Notizie > Un'antica ricetta

Un'antica ricetta

Una bevanda aromatizzata che gli antichi romani erano soliti consumare nei Baccanali e riportata agli antichi fasti da una piccola azienda del vercellese

Lorenzo Costantini
L'etichetta del vino aromatizzato di EzetaRoberto Zanello, commerciante vercellese, studioso e appassionato di usi e costumi dell’Impero Romano, nel 2015 si imbatte nell’antica ricetta di un vino allora in voga negli ambienti altolocati imperiali e che i romani erano soliti consumare nei Baccanali in onore di Bacchus e Liber, gli Dei del Vino; una bevanda aromatizzata con cardamomo, chiodi di garofano, cannella e zenzero, e addolcita con il miele. Incitato anche dal figlio Enrico, Roberto decide di far rivivere quell’antica bevanda in onore di un popolo che fece tesoro dei segreti sulla viticoltura e sulla vinificazione appresa da Etruschi, Greci e Cartaginesi, imparando a costruire realtà agricole razionali, in grado di produrre vini di grande prestigio. Dopo lunghe e meticolose ricerche, si è proceduto così all’acquisto di alcune partite di rosato del Monferrato Casalese – scelta dettata dell’esigenza di un vino equilibrato e aromaticamente neutro - e si è iniziato a dosare vino e aromi fino al raggiungimento del risultato desiderato, suscitando subito numerosi consensi.
Oggi la Ezeta è un piccolo brand familiare, finalizzato a riscoprire i sapori dell’antichità e già al lavoro su una nuova etichetta.
 
 
Granum Paradisi
Vino Aromatizzato – Gr. 11% - E 13,50 (0,500)
Tonalità cerasuolo, senza sfumature in prossimità dei bordi. Profilo aromatico giocato prima su note di zenzero, cardamomo e chiodi di garofano, poi, in seconda battuta, un turbinio di cannella, confettura di fragole, eucalipto e menta piperita. All’assaggio sfoggia dolcezza misurata, leggiadria, inaspettata morbidezza e un dominio, anche al palato, delle note che più spiccano al naso (zenzero, cardamomo e chiodi di garofano). Una percezione ammandorlato-piccante finale conferisce equilibrio al sorso e compensa una spalla acida piuttosto contenuta. È consigliato, a 8-10 gradi, come aperitivo o, a temperatura “casalinga”, come vino da meditazione a fine pasto.
 
 
EZETA di Enrico Zanello
Via G. Matteotti, 17 – 13030 Quinto Vercellese VC
antichiviniromani@mail.com
346 7323245
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina