Notizie
Home > Notizie > Romanzo di nuovo a bordo e di nuovo Alitalia vince

Romanzo di nuovo a bordo e di nuovo Alitalia vince

Dopo l’esordio di qualche anno fa, Romanzo, il vino di Bibenda, è salito nuovamente a bordo e Alitalia vince di nuovo il premio 2016 Best Airline Cuisine.

Carlo Attisano
Fotografia
Di nuovo tra le nuvole Romanzo, in esclusiva per la Business Class Intercontinentale della nostra Compagnia di Bandiera. Su tutte le rotte di lungo raggio di Alitalia, il nostro gioiello ha affiancato per mesi le pietanze preparate dai grandi Chef  italiani riscuotendo ancora una volta un grande successo non solo tra gli ospiti italiani, ma soprattutto tra la grande “platea” straniera e, le decine di lettere arrivate come ringraziamento per la rinnovata presenza a bordo di Romanzo , sono la testimonianza del successo di quest’operazione fortemente voluta da Alitalia.
FotografiaStudi di un istituto di ricerca tedesco ai quali ho partecipato, hanno dimostrato che a bordo degli aerei, a causa della pressurizzazione, delle vibrazioni, dell’umidità e delle condizioni generali in quota, le nostre papille gustative subiscono delle alterazioni a livello percettivo. La pressione dell’aria in cabina infatti,  a 10mila metri di altitudine è la stessa che si percepisce ad esempio in montagna a 3/4.000  metri, con i medesimi risultati, ad esempio, sull’ebollizione dell’acqua: molto arduo ottenere un piatto di pasta perfettamente al dente. In queste condizioni le papille gustative lavorano con più difficoltà, come quando abbiamo il raffreddore: la salinità e le sensazioni erbacee si riducono del 20-30% e si perde in percezione fino ad 1,5° di tasso alcolico. Così, l’unico fattore a rimanere sostanzialmente inalterato rispetto a terra, è l’acidità. Il vino servito a bordo ha perciò bisogno di un’adeguata speziatura ed adeguato alcol che non coprano, ma esaltino il sapore del cibo.
Fotografia

Romanzo, in questo particolarissimo contesto, si colloca come uno dei vini che ha maggiormente esaltato i piatti della tradizione regionale italiana proposti agli Ospiti di bordo: è stato inserito all’interno della grande tradizione gastronomica del Lazio e affiancato  all’altrettanto grande tradizione Pugliese ed all’interno del calice che lo contiene, ha rappresentato il compagno ideale di viaggio per esaltare dei veri e propri miti come i “Saltimbocca alla romana” o la “Braciola di vitello alla barese” ma, molto “quotato” (per rimanere in tema di altitudini…) per le condizioni particolari che si vengono a creare a bordo come dicevamo, è divenuto il suo accostamento ad un piatto che da sempre travalica i confini laziali e che ormai appartiene al patrimonio gastronomico mondiale, la nostra cara, amata,  pasta “all’Amatriciana”.

Romanzo è allo stesso tempo tradizione e modernità, qualità e pulizia e, soprattutto, è ITALIANO e lo dichiara ad ogni sorso, con stile e classe. Un prodotto che ha contribuito anche quest’anno, come quando salì a bordo per la prima volta, al conferimento, per il settimo anno consecutivo, del prestigioso premio internazionale “Best Airline Cuisine” tra tutte compagnie aeree del mondo ad Alitalia per qualità dei menu e della carta vini di bordo sulle rotte Intercontinentali in Business.
Anche questa è Bellezza, degustare un grande Vino in grado di esaltare il piatto che lo accompagna. Nulla c’è di più bello.

Di fatto, la gamma dei vini di bordo viene selezionata dal Sommelier Ufficiale di Alitalia ed offerti a bordo dal personale di Cabina formato con metodo e scuola di Fondazione Italiana Sommelier.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina