Notizie
Home > Notizie > Merano, Roma

Merano, Roma

Helmuth Kocher, patron del Merano Wine Festival, ha presentato la Merano Award Selection a Roma con Franco Maria Ricci, Presidente di Fondazione Italiana Sommelier.

Antonella Pompei
FotografiaDopo l’appuntamento meranese, Helmuth Kocher, patron del Merano Wine Festival, ha presentato la Merano Award Selection a Roma, il 27 e 28 novembre scorsi, nell’altrettanto splendida sede dell’Acquario Romano all’Esquilino. Un evento per operatori del settore ma soprattutto per appassionati del buon vino e non solo, cui hanno partecipato una selezione di 52 aziende con i loro vini, tra cui quelli premiati con il distintivo Platinum, Gold e Rosso, più un banco comune con altri 13 vini selezionati. Alla conferenza stampa di domenica 27, Kocher ha condiviso il palcoscenico con Franco Maria Ricci, Presidente di Fondazione Italiana Sommelier ed uno dei più importanti comunicatori del vino della storia di questo Paese. Siamo a Roma, nel Lazio, e Franco Ricci pone subito in primo piano la grave carenza comunicativa che soffre il vino di questa regione, evidenziando una precisa realtà: in regioni come il Piemonte o il Veneto, la Toscana o la Lombardia, nella Carta dei Vini di grandi e piccoli ristoranti trovano sempre spazio i vini del territorio, riportati all’apertura della Carta stessa. Nel Lazio, ed anche a Roma, nei ristoranti, anche in quelli più importanti, si fa fatica a trovare qualche vino laziale e, se c’è, è relegato nelle ultime pagine. Helmuth Kocher concorda pienamente con questo assunto, ed insieme sottolineano la necessità di una maggiore consapevolezza delle proprie potenzialità da parte dei produttori laziali, suffragate da un territorio assolutamente vocato, e di un forte e convinto sostegno da parte dei ristoratori, prima di tutto, e degli altri addetti di settore.

Anche l’appuntamento romano ha visto sul palco showcooking di chef stellati come Theodor Falser del ristorante Johannesstube dell’Hotel Engel di Nova Levante, Giovanna Marziale del Ristorante Le Colonne di Caserta e Alfonso Caputo della Taverna del Capitano di Massa Lubrense. Non manca molto al Natale, e allora ecco “Panettone creativo”, una sfida tra cinque forni romani ed i loro panettoni gourmet, abbinati a cinque vini selezionati. Una gara golosissima che ha coinvolto tutto il pubblico, protagoniste cinque realtà romane: Gabriele Bonci, Le Grue, Nero Vaniglia, Pane e Tempesta, Santi Sebastiano e Valentino.

Una due giorni dinamica ed interattiva, dove il pubblico ha potuto degustare i vini assistendo contemporaneamente al susseguirsi degli appuntamenti sul palco. Il prossimo appuntamento con The Wine Hunter è a Siena, il 21 e 22 gennaio 2017.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina