Notizie
Home > Notizie > First Drop, da prendere sul serio

First Drop, da prendere sul serio

Alessandro Ragazzo
Dal n.4 di
Fotografia

Dietro i volti di due ragazzi per bene, si nascondono le personalità eccentriche di due appassionati winemaker, sostenitori di una corrente di pensiero che vede il vino protagonista in diversi modi e forme. The Mother’s milk, così viene chiamato da Matt Gant (alias Gantos) e John Ratsas (alias JR) due amici dal passato diverso ma dagli ideali comuni, che decisero di iniziare insieme, un’attività dal profumo vinoso e dal divertimento assicurato. “Rispetto per la tradizione e passione per l’innovazione”, un motto che li ha portati a produrre oggi vini dallo stile mai dimenticato, con varietà provenienti del vecchio continente, visti e stilizzati con una visione e tecnica appartenente al mondo di domani. Un’amicizia rafforzata dalle tante collaborazioni con diverse aziende e i giganti dell’industria del vino “Austro-Zelandese”, portarono Gantos e JR ad iniziare nel 2004 la loro personale crociata, con lo scopo di produrre buon vino con una passione che si trasmette attraverso la loro immagine di azienda giovane e moderna.

Da Arneis ad Albariño, da Tempranillo a Montepulciano, da Nebbiolo a Barbera, combinazioni ed espressioni che vedono una precisa interpretazione, trasmessa attraverso una serie di etichette dallo stile fumettistico anni Cinquanta. Un’attentissima ed accurata serie di sottozone della Barossa Valley, concentra l’attenzione su una varietà tra le più famose e tra le più prodotte da queste parti, lo Shiraz. La creazione di tre vini dall’etichetta monocromatica ma dal messaggio preciso, distinte da una eloquente parola chiave: sottozona, in questo caso Greenock, Seppeltsfield ed Ebenezer, esempi di fantastica interpretazione del vino locale. Assaggiate una dietro l’altra sono di incredibile diversità e di ottima qualità, Fat of the Land questo il nome dello Shiraz in purezza visto in tre aree non molto distanti fra loro ma distinte da un profilo organolettico unico. Fat of the land è il grasso della terra che dà vita a vini fruttati, mentolati, con note di pellame, cioccolatosi, dal palato ricco, morbidi, con tannino mai irruente e dal finale intenso e concentrato. L’area chiamata Greenock si trova nella zona Nord-Ovest della Barossa Valley, oltre i 300 metri, favorita da una buona esposizione e rinfrescata dalla brezza marina che arriva dal Golfo di St. Vincent. Seppeltsfield, famosa per la produzione di vini fortificati, si trova nei pressi di Greenock, ha una migliore esposizione con un suolo argilloso su strati calcarei ed una elevazione di circa 250 metri. Ebenezer invece si trova più a Nord e poggia su strati ricchi di argilla e produce Shiraz più eleganti e meno fruttati. Tre aree così importanti meritano un blend per l’occasione, ed infatti Gantos e JR hanno pensato nel loro modo originale di chiamare The Cream questo vino robusto e super concentrato. Il loro spirito di “cavalieri crociati” li spinge ad osare ancora di più con un Cabernet Sauvignon della McLaren Vale, prodotto per ora solo nel 2005. Nome del vino: Votum I. Il voto con il quale i cavalieri crociati partirono alla volta della Terra Santa, giurando di proteggere un ideale, guidato da uno spirito di...vino.

 

Distributore in Italia:

Quality Wines - Imports

via Mentana, 3

47121 Forlì (FC)

Tel. 0543 32225

Fax 0543 33675

mail: info@qualitywines.it

web: www.qualitywines.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina