Notizie
Home > Notizie > Stile Innato

Stile Innato

Salvatore Marsillo
Dal n.189 di
Fotografia

Attraversando l’Agro Pontino, da qualsiasi punto si scruti l’orizzonte, si scorge un’altura imponente, il promontorio del Circeo. Quando la nebbia ne avvolge la base, il promontorio ha l’aspetto di un’isola, quell’Isola di Eea dove, secondo l’Odissea di Omero, abitava la maga Circe. Questa sporgenza della costa, il cui profilo richiama la figura di donna distesa con le spalle verso il mare (quello della maga?), ospita dal 1934 il Parco Nazionale del Circeo, territorio particolarmente variegato in cui si succedono 20 chilometri di dune, quattro laghi costieri e 3000 ettari di foresta, oltre a siti archeologici e di interesse storico come la Villa di Domiziano e il Borgo di Fogliano.

Non lontano dal Parco e dalle colline di Ninfa, si trova la cantina Villa Gianna della famiglia Giannini, pioniera da tre generazioni nell’arte del “fare vino” in una terra che grazie alla bonifica degli anni Trenta è stata strappata alla palude e trasformata in grembo ricco e fruttifero. I vigneti aziendali, tutti in conversione biologica, si estendono in prossimità della costa e sono circondati dagli arbusti della macchia mediterranea, in una location privilegiata che beneficia di condizioni climatiche molto favorevoli, da una parte l’esposizione al sole, ininterrotta dall’alba al tramonto, dall’altra la brezza marina, che spazza via l’umidità e satura l’aria di salsedine.

Da quando nel 1960 è stata acquisita la proprietà, la famiglia ha portato avanti tutta una serie di attività sul terreno per predisporlo ad accogliere nel 1986 i primi sesti d’impianto, sostituendo i tendoni con il sistema a Guyot e a cordone speronato, che permette di controllare le rese e innalzare la qualità, e inserendo i vitigni tipici della zona, con un occhio di riguardo a quelli aromatici come il Moscato e la Malvasia Puntinata. Molto attiva anche sul fronte della spumantistica e dei vini frizzanti, recentemente Villa Gianna ha acquistato un nuovo appezzamento di 8,5 ettari nella zona di Colle d’Alba di Levante, nel comune di Sabaudia, dove sono state messe a dimora le varietà rientranti nella denominazione Circeo Rosso (Cabernet Sauvignon, Merlot e Sangiovese).

Pur riconoscendo una crescita qualitativa costante di tutta la produzione, le etichette che si fanno notare maggiormente sono il Barriano, un Igt a base di Merlot e Cabernet Sauvignon, e il Circeo Bianco Innato. Quest’ultimo è realizzato con Chardonnay, Malvasia Puntinata e Trebbiano in percentuali variabili a seconda dell’annata; la vendemmia viene svolta nella prima settimana di ottobre, seguono la fermentazione e l’affinamento in acciaio per 6 mesi con successiva sosta in bottiglia prima della commercializzazione. La versione 2014 è introdotta da una luminosa veste paglierino con stille dorate; al naso si intercetta una sventagliata di frutta di ogni tipo e provenienza, dalle albicocche al melone bianco, dal pompelmo rosa alla frutta tropicale (mango, passion fruit e alchechengi); affiorano quindi erbe aromatiche come il timo e la maggiorana miste ad altre tipicamente mediterranee quali l’erica e il mirto. Nel palato si muove con molto dinamismo, dimostrando finezza e sottolineature sapide e salmastre, in una cornice morbida e ancora, deliziosamente, fruttata.

Cantina Villa Gianna
Strada Maremmana – Borgo San Donato
04010 Sabaudia (LT)
Tel. 0773 250034
info@villagianna.it
www.villagianna.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina