Notizie
Home > Notizie > Gioventù Siciliana

Gioventù Siciliana

Claudio Bonifazi
Dal n.188 di
Fotografia

Dovendo scegliere una parola per descrivere Judeka e i suoi vini probabilmente "gioventù" è il sostantivo migliore; l'idea del giovane si fa strada in tutto il percorso che questo gruppo di ragazzi ha intrapreso nel 2007, capitanati da Valentina Nicodemo, che in pochi anni ha visto il compimento nella costruzione di una moderna cantina e la produzione di circa 400.000 bottiglie.

L'etichetta, il nome, lo stesso sito web sono colorati e trascinano il degustatore in uno stato di allegria riscontrabile nel prodotto, fatto di schiettezza, carattere e sicilianità.

Un dinamismo che non si ferma solamente al teorico ma che vede compimento nell'idea futuristica di cantina, autosufficiente nelle energie rinnovabili, dove un impianto fotovoltaico da 130 kw è in grado di soddisfare il totale fabbisogno energetico; e di fornire il necessario per la produzione di acqua calda e un impianto di depurazione che tratta i reflui industriali e civili, impiegati poi per l’irrigazione del verde. Il regime biologico certificato, la capacità poi di lanciarsi su un mercato eterogeneo completa il tutto.

Ci troviamo a qualche chilometro a ovest di Caltagirone in provincia di Catania qui, data l'altitudine di poco superiore ai 608 metri, il clima che circonda i vigneti è generalmente umido con inverni piuttosto rigidi e piovosi, mentre la primavera fresca, è seguita da un’estate che si manifesta con alte temperature sopra i 35°C, conferendo una generale robustezza e alcolicità ai vini.


Blandine 2015
è un blend di Insolia, Zibibbo e Chardonnay. Giallo paglierino vivace, circondato da alcuni riflessi dorati, ha un naso primaverile che si proietta su fiori di rosa, muschio e note di zenzero; il sorso, caldo e mediamente fresco, vince nella persistenza grazie ai ritorni aromatici dello Zibibbo, che tarda a svanire. Il vino fermenta in vasche d'acciaio inox e in barrique con le bucce per dieci giorni a temperatura controllata e completa l’affinamento con due mesi di bottiglia.

Dal carattere duro, resistente e persistente è il Nero d’Avola Vittoria DOC 2014 che sfoggia un rubino intenso e profondo; il naso è un’esplosione di frutta rossa matura, ciliegia, marasca e prugna. Corposo, caldo, dal tannino ben integrato, questo vino rimane a lungo in bocca per la complicità che s’instaura tra il calore e i continui ritorni di frutta. Il vino, dopo aver subito una fermentazione di quattordici giorni sulle bucce, continua con affinamento sia in botte sia acciaio.

I due vini appartengono alla selezione Terroir Prestige, della quale fanno parte anche il Frappato DOC, il Cerasuolo di Vittoria e il Frappato Bianco.

Judeka Società Agricola
C.da San Mauro Sotto Km 3,8 – S.P. 39/II
95041 Caltagirone (CT)
Tel. 0933 1895310
info@judeka.com
www.judeka.com

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina