Notizie
Home > Notizie > Vinoterapia, quando la bellezza passa attraverso un chicco d’uva

Vinoterapia, quando la bellezza passa attraverso un chicco d’uva

Salvatore Marsillo
Dal n.3 di
Fotografia

Cosa c’è di meglio di un massaggio rilassante per riprendersi dallo stress della routine quotidiana che troppo spesso ci fiacca nel corpo e nello spirito? Se poi il vino è in qualche modo coinvolto, ancora meglio! Per fortuna la già variegata offerta di centri benessere, beauty farm e SPA si è arricchita da diversi anni di una nuova proposta, la vinoterapia. Accanto ai classici trattamenti a base di alghe purificanti, fanghi detossinanti e creme rassodanti si sono diffusi cosmetici, bagni, massaggi e impacchi a base di derivati della vite. Già nel XV secolo Caterina Sforza, figlia del Duca di Milano e figura di spicco del Rinascimento, esaltava le proprietà benefiche del vino nei trattamenti di bellezza ma una vera e propria teoria è stata sviluppata solo nel 1993 da Mathilde Cathiard e Bertrand Thomas in collaborazione con l’Università di Bordeaux. Le ricerche hanno dimostrato che i composti polifenolici - i flavonoidi in particolare - contenuti nell’uva hanno capacità rivitalizzanti e antiossidanti, contrastando l’azione dei radicali liberi che sono i principali responsabili dell’invecchiamento.

 

Gli acini rappresentano un’autentica fonte di bellezza, contengono infatti una miniera di elementi, quali fosforo, potassio e calcio, in grado di rimineralizzare la pelle e di contrastare la fragilità capillare; posseggono inoltre buone percentuali di acidi organici, soprattutto acido-tartarico, grazie ai quali è possibile effettuare un peeling totalmente naturale.

Tra i trattamenti estetici previsti dalla vinoterapia forse il più suggestivo è il bain barrique, un bagno a base di vinacce fresche, vinaccioli purificati e acqua termale, seguito da un massaggio con acini freschi e oli essenziali estratti dai semi che idratano l’epidermide e leniscono eventuali arrossamenti cutanei. Per levigare e ringiovanire la pelle, risultano molto efficaci il gommage del viso e lo scrub del corpo con polvere di bucce e di vinaccioli; l’idromassaggio con concentrato di mosto è ottimo invece per riattivare la circolazione e favorire il drenaggio dei liquidi mentre si è immersi in una deliziosa cortina di effluvi vinosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina