Notizie
Home > Notizie > Oscar Miglior Spumante

Oscar Miglior Spumante

Daniela Scrobogna
Dal n.183 di
Fotografia

Metodo Classico Terzavia 2012 - Marco De Bartoli – Sicilia

Un’azienda che non ha bisogno di particolari presentazioni, vista l’eccellenza enologica prodotta dal 1980 grazie alla sensibilità di Marco de Bartoli, scomparso nel 2011. Un marchio da sempre associato a vini dolci, come il Bukkuram e il Vecchio Samperi, che in tempi più recenti si è cimentato pure nella produzione di vini secchi da uve Grillo. Dal 2008 si è aperta una nuova strada da esplorare, quella di spingere il Grillo verso una terza e diversa interpretazione, quella della spumantizzazione. Nasce così il Terzavia, spumante a metodo classico che segue una propria filosofia interpretativa. Rese basse, intorno ai 40 q.li, terreni ricchi di sabbie, tufi e calcare, grappoli selezionati e raffreddati. Da qui parte una lavorazione molto particolare, il mosto fermenta con lieviti indigeni e passa in fusti di rovere senza aggiunta di solfiti. Trascorre un anno sia in acciaio che in legno, quindi viene aggiunto di mosto fresco per la rifermentazione in bottiglia che dura non meno di 18 mesi.  Viene sboccato senza aggiunta di zuccheri, e non subisce filtrazioni. Il risultato è di grande fascino. Nel bicchiere si esprime con colore dorato e perlage copioso e finissimo. Ai profumi sciorina sensazioni agrumate, particolarmente salmastre ricche di erbe aromatiche, con una chiusura leggermente tostata. Ma il suo punto di forza è all’assaggio dove svetta una dilagante sapidità, che ben si lega alla freschezza e ad una persistenza infinita.

Marco De Bartoli
Contrada Fornara Samperi, 292
91025 Marsala TP  
Tel. 0923 962093
info@marcodebartoli.com
www.marcodebartoli.com

 

Nebolé 2010 (Brut Metodo Classico) - Travaglini – Piemonte

Il binomio Gattinara (inteso come vino più che come territorio) e Travaglini è di quelli inscindibili. Antesignano delle diverse esplorazioni del Nebbiolo a Gattinara, Giancarlo Travaglini lascia un’impronta profonda nell’azienda, oggi condotta  dalla figlia Cinzia e da suo marito Massimo.

Molte le declinazioni di Gattinara prodotte da Travaglini, che oggi vedono affiancarsi uno spettacolare spumante, il Nebolè. Il nome deriva da «Nebbione» ed è un progetto vitivinicolo che affonda le proprie radici nella tradizione piemontese del Nebbiolo spumante, e soprattutto parte dal fatto che il suo grappolo viene privato in vigna della punta inferiore. Questa operazione viene eseguita perché gli ultimi acini hanno bassa quantità di zuccheri, alta acidità in quanto meno maturi e note decisamente minerali, rafforzate dal terreno roccioso - granitico,  ricco di porfido e  ferro. Da qui l’intuizione di raccogliere questa parte con lo scopo di produrre un metodo classico extra brut di grande qualità. Nebbiolo al 100% che viene vinificato in acciaio con iperossigenazione del mosto, fermentazione con lieviti selezionati, affinamento parte in acciaio e parte in legno. Segue rifermentazione in bottiglia con sosta sui lieviti di 40 mesi. Ha spuma persistente e intensi sentori minerali al naso, con sfumature di frutta matura, agrumi ed erbe di montagna. Esplode all’assaggio per ricchezza salina e incredibile persistenza. Il tutto cesellato da perfetta acidità.


Travaglini  
Via delle Vigne, 36
13045 Gattinara VC  
Tel. 0163 833588
info@travaglinigattinara.it
www.travaglinigattinara.it

 

Trento Brut 51, 151 - Moser – Trentino

23 gennaio 1984. Mexico City. Francesco Moser stabilisce il nuovo record dell’ora di ciclismo su pista: 51 chilometri e 151 metri. Per celebrare quel successo nasce lo Spumante Trento Brut 51,151 Doc che oggi rappresenta il simbolo dell’eccellenza dell’azienda agricola Moser. Il cuore produttivo dell’azienda e’ situato in una proprietà unica in Trentino, Maso Villa Warth. Un piccolo borgo che domina la cittá di Trento, dove oltre alla dimora padronale costruita nel 1600 durante il Concilio di Trento, si trovano due edifici per la lavorazione delle uve e l’affinamento dei vini. Il vino assembla Chardonnay al 90% e Pinot Nero al 10%, provenienti dalle colline poco a nord di Trento, da un anfiteatro di vigneti affacciati sulla Valle dell’Adige e da terreni calcarei. Dopo la vendemmia manuale la fermentazione avviene in acciaio, barrique e botti da 25 hl e qui rimane fino al momento del tiraggio in bottiglia, che dura non meno di trenta mesi. Vino di pura eleganza, molto verticale, caratterizzato da marcata personalità. Dorata effervescenza che si apre su profumi di agrumi, frutta secca e crosta di pane. Al gusto ribadisce freschezza e sapidità ben bilanciate, e una lunga persistenza.


Moser    
Via Castel di Gardolo, 5 - Loc. Gardolo di Mezzo
38121 Trento   
Tel. 0461 990786
info@cantinemoser.com
www.cantinemoser.com

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina