Notizie
Home > Notizie > Il Simposio Poliziano

Il Simposio Poliziano

Salvatore Marsillo
Dal n.174 di
Fotografia

La cantina Trerose, una delle tre proprietà toscane della Bertani Domains che fa capo al gruppo farmaceutico Angelini, ha sede in un suggestivo edificio risalente al XVI secolo, situato sui declivi che da Valiano di Montepulciano digradano verso la Val di Chiana e il Lago Trasimeno, nel cuore della zona tradizionalmente vocata alla produzione del Vino Nobile di Montepulciano. La tenuta spazia per circa 180 ettari di cui 75 vitati; di questi 55 sono votati alla produzione dei grandi rossi locali a base di Sangiovese che, com’è noto, da queste parti è chiamato Prugnolo Gentile. Tra essi spiccano tre versioni di Vino Nobile di Montepulciano: il Simposio e il Santa Caterina, entrambi Prugnolo Gentile in purezza, e il Villa Romizi, indovinato blend di Prugnolo Gentile al 90% con Cabernet Sauvignon e Petit Verdot. Nei rimanenti vigneti sono allevate altre varietà a bacca rossa e bianca, con alcune concessioni ai vitigni internazionali come lo Chardonnay, che dà vita al Renaio, e il Viognier, molto amato in queste zone e nel vicino areale di Cortona, da cui Trerose ricava l’Igt Toscana Busillis, didattico negli aromi di albicocca, kumquat, magnolie e delicate spezie dolci. L’azienda produce anche il Vin Santo di Montepulciano, da uve Trebbiano, Grechetto e Malvasia, fermentato e invecchiato per circa dieci anni nei caratteristici caratelli in legno di castagno; una vera chicca realizzata in un numero sparuto di bottiglie che rappresenta il fiore all’occhiello di una produzione già di livello molto alto.

Il Vino Nobile di Montepulciano Simposio incarna la massima espressione del Sangiovese poliziano; frutto di una selezione dei migliori cru dell’azienda, con esposizione a sud-ovest, è un vino che viene prodotto solo nelle migliori annate e non sfiora gli scaffali delle enoteche se prima non trascorre oltre due anni in grandi botti di rovere. L’annata 2009 appare di colore rubino con marcate sfumature cremisi; al naso il Sangiovese si sprigiona con tutta la sua impetuosità, regalando un profilo olfattivo opulento, fitto di aromi intriganti, come pastiglia alla violetta e prugne carnose, fusi a sensazioni selvatiche di muschio e radici umide; in scia si riconoscono anche grafite, liquirizia e polvere di cacao amaro. La bocca è solida e ricca di materia, impeccabile per eleganza ed equilibrio con l’alcol tenuto a freno da tannini vigorosi e ben integrati nella struttura. Tenace e pulita la persistenza, cesellata da intarsi minerali e di erbe spontanee.

 

Tenuta Trerose

Via della Stella, 3

53040 Valiano di Montepulciano SI

Tel. 0578 724018

info@tenimentiangelini.it

www.tenutatrerose.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina