Notizie
Home > Notizie > Un capriccio irresistibile

Un capriccio irresistibile

Salvatore Marsillo
Dal n.165 di
Fotografia

Camporeale è un piccolo comune dell’entroterra palermitano, ai piedi delle colline che sovrastano la pianura di Mandranova; in questo territorio antico, dove l'agricoltura è sempre stata l'attività prevalente, la famiglia Alessandro, composta dai fratelli Rosolino, Antonino e Natale, ha fondato nel 1999 un’azienda vinicola con 35 ettari vitati. I vigneti, che allignano su terreni sabbiosi, ricchi di argilla e calcare, sono condotti secondo i canoni dell’agricoltura biologica e sono destinati tanto ai vitigni locali, come Catarratto, Grillo e Nero d’Avola, quanto al Sauvignon Blanc e al Syrah; in pochi anni i tre fratelli si sono specializzati soprattutto nella lavorazione in purezza di quest’ultima varietà, ricavandone risultati encomiabili sia nella versione secca (l’Igt Syrah Kaid) sia in quella da dessert, ottenuta tramite surmaturazione e raccolta tardiva dei grappoli, il Kaid Vendemmia Tardiva. Questo vino, dopo 15 mesi in barrique e un anno in bottiglia, per mostrare il suo lato migliore - meno ciliegioso e più tipicamente speziato/cioccolatoso - vuole poltrire per almeno 4 o 5 anni prima dello stappo.

Esemplare in questo senso l’annata 2009 che dal calice rimanda un colore rubino fittissimo, piuttosto cupo se non lasciasse sfuggire dei bagliori violacei come se all’interno vi fosse nascosta un’ametista. La sinfonia aromatica che ne sale è scandita da pot pourri di rose e viole, con le visciole e le more in confettura a fare capolino per lasciare poi spazio a prevalenti nuance di chiodi di garofano, pan pepato, ginepro rosso, mirto, fichi secchi e cioccolato fondente. Una voce insieme balsamica e tostata chiude la melodia. Nessun “innuendo” al gusto, la seduzione del palato è pronta e spregiudicata. La contenuta dolcezza e un crescendo di sapidità s’impossessano delle papille mentre la percettibile acidità tiene il tempo. Apoteosi finale, fiorente di spezie, erbe aromatiche e ancora petali di rosa rossa appassita. Una tale meraviglia, che già da sola potrebbe tentare anche gli animi più morigerati, diventa irresistibile che la si accompagna a una selezione di varie tipologie di cioccolato. Togliersi il capriccio è doveroso, un peccato astenersi, tanto più se il cioccolato è un fondente extra con il 75% di cacao del Madagascar, dotato di notevole profondità aromatica, leggermente acidulo con risvolti di frutti rossi acerbi, rotondo e persistente.

Alessandro di Camporeale
Contrada Mandranova
90043 Camporeale (PA)
Tel. 0924 37038
www.alessandrodicamporeale.it
info@alessandrodicamporeale.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina