Notizie
Home > Notizie > Allora si va da Papa Francesco

Allora si va da Papa Francesco

Franco M. Ricci
Dal n.130 di
Fotografia

È un fatto epocale che tutto il mondo del vino si rechi in Udienza dal Papa. E da un Papa che ama il vino. Sì, nonostante molti abbiano scritto che è astemio, ma non è vero. Anzi, ha fatto i complimenti a BIBENDA perché “è bella ed è ben scritta”.

Mettiamo da parte il puro edonismo e consideriamo soltanto il fatto che il Papa abbia accettato di accogliere il “Signor Vino Italiano” e che lo abbia fatto in una forma così pubblica da consentirci di chiamare con noi tutti i rappresentanti del mondo vino, così come noi abbiamo voluto.

Un’ampia partecipazione che vedrà tutto l’ “assortimento” possibile della Produzione e della Comunicazione del Vino Italiano in Udienza Mercoledì 21 Gennaio prossimo.

Saranno presenti 50 grandi Produttori, da Angelo Gaja a Nicolò Incisa, Bruno Vespa, gli Enologi con il loro Presidente Riccardo Cotarella e molti altri tra i quali Donato Lanati, Franco Bernabei e Barbara Tamburini, i Viticoltori rappresentati da Attilio Scienza e i Produttori di Olio.

Ci sarà ovviamente il Vinitaly che da cinquant'anni accompagna il Vino Italiano nella sua commercializzazione rappresentato dal suo Direttore Generale Giovanni Mantovani.

Molti sono i Giornalisti del Vino della Televisione, dei Blog e della Carta stampata e molti i Sommelier che nella loro divisa saluteranno il Santo Padre.

Tutte le Associazioni saranno presenti: Gambero Rosso con il Presidente Paolo Cuccia, Slow Food con la Vice Presidente Francesca Rocchi, l'Onav con il neo Presidente Vito Intini e Fisar con il Presidente Mario del Debbio, poi Ais, Fondazione Italiana Sommelier, Associazione Italiana Sommelier dell'Olio, Worldwide Sommelier Association.

Insomma, da Papa Francesco 150 persone insieme in nome del vino, quel "canto della Terra verso il Cielo" che Gino Veronelli aveva individuato nella sua elevazione, quel Vino che amiamo nella sua profonda Cultura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina