Notizie
Home > Notizie > Un milione di persone a San Giovanni

Un milione di persone a San Giovanni

Franco M. Ricci
Dal n.123 di
Fotografia

Mentre scorreva questa notizia giorni fa mi chiedevo come può una tale fesseria passare in maniera così forte, così potente.

Come può passare, senza riserve intendo, così, con l’enfasi che si dà a un fatto straordinario?

Sì, certo, poi nei giorni a seguire alcuni, pochissimi, hanno chiarito perché fosse più giusto parlare di 60.000 (un intero stadio Olimpico) semplicemente dimostrando che la matematica e soprattutto la geometria non sono opinioni.

E, a proposito di geometria, ho pensato ad altre manifestazioni, ad esempio quelle che si svolgono all’interno degli Alberghi o luoghi di incontro per le degustazioni dei vini: “Quanta gente! Erano più di duemila...!”

Altre stupide affermazioni. Gli ospiti si misurano in quanto tali e il loro numero è strettamente in relazione ai metri quadrati, scartando ovviamente i tavoli, le attrezzature, il personale di servizio, gli stessi interessati produttori: in un ambiente di mille metri quadrati (e mille sono tanti) non entrano più di 250 persone.

La cosa simpatica è che non vediamo soltanto gli organizzatori eccitati dalle banali bugie di numeri artatamente falsi, ma anche i Produttori che si compiacciono di essere presi in giro.

Il Vino poi deve servire a selezionare i numeri dei partecipanti, i quali debbono essere interessati, esperti nell’assaggio, debbono saper identificare e ricordare i prodotti e, soprattutto, debbono essere nella condizione di poterlo fare in spazi adeguati.

L’evento di Sabato 15 Novembre prossimo per la presentazione di BIBENDA 2015, vanta una cantina con più di 6.200 bottiglie disposte in un enorme spazio da visitare, ha a disposizione 170 sommelier e 210 camerieri per il servizio, presenta 95 tavoli apparecchiati per dieci persone ciascuno.

I 950 partecipanti non potranno essere il milione di San Giovanni, ma 950. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina