Notizie
Home > Notizie > Berlucchi e Due Colombe

Berlucchi e Due Colombe

Daniele Liurni
Dal n.119 di
Fotografia

La Franciacorta è un territorio straordinario, ricco di arte, storia, cultura e bellezze naturali; un vero concentrato d'Italia, se cosi è possibile definirlo, in cui il vino non solo è protagonista, ma è il fil rouge che unisce tutti questi elementi, dandoci una delle più proverbiali definizioni di “terroir”.
Qui, anche il cibo la fa da padrone e la cultura gastronomica dei franciacortini ne dà buona dimostrazione: tutti cucinano o apprezzano un pasto in un buon ristorante, non ho incontrato un solo fast food in tutta la regione durante il mio viaggio ma ho visto molti mercati e decine di piccoli produttori vendere prodotti di ottima qualità; dalle sarde al salame di Mont’Isola, dall’Olio Extra Vergine del Sebino agli agoni essiccati fino ai formaggi eccellenti come il Quartirolo o il Salva Cremasco questo territorio è una dispensa di tesori enogastronomici che non può far altro che attirare un gourmet esigente.

Una delle tappe obbligate per quest'ultimo è la frazione Borgonato del comune di Corte Franca: qui infatti hanno sede due istituzioni dell'enologia e della gastronomia franciacortina, l'azienda Guido Berlucchi e il ristorante Due Colombe - Al borgo antico. Visitare le cantine Berlucchi è un'esperienza da fare assolutamente, a maggior ragione se fosse la prima volta che vi recate in Franciacorta, per la storia che rappresenta e per capire cosa significa fare grandi numeri ed essere il primo produttore della regione mantenendo uno standard qualitativo sempre molto elevato che raggiunge vette di eccellenza con i prodotti top di gamma (leggi “Palazzo Lana”). Se avrete la fortuna di essere condotti in questo viaggio appassionante da Marcello Avigo, Sommelier e responsabile dell'accoglienza, scenderete fin nelle profondità della terra, nelle antiche cantine del 1600 che ospitano ancora una prestigiosa bottiglia, l’ultima rimasta, della prima annata di Franciacorta che Franco Ziliani e Guido Berlucchi abbiano mai prodotto: 1961. Da questo nasce l'idea di una linea orientata ai giovani chiamata appunto “Berlucchi ‘61”, spumanti freschi e conviviali da consumare con spensieratezza. È cosi che fra un racconto e l'altro Marcello vi riporterà a riveder le stelle e a degustare alcuni prodotti di punta dell'azienda abbinati a prodotti locali, riservandovi sorprese e aneddoti che valgono il viaggio.

Se avrete l'accortezza di fare la vostra visita almeno un'ora prima del pranzo, una volta finito avrete voglia di mangiare qualcosa e vi basterà fare pochi passi per vedervi accontentati: Borgonato di Corte Franca è sede di un grande ristorante rappresentativo del territorio franciacortino, il “Due Colombe- Al Borgo Antico”, dello chef Stefano Cerveni (nella foto), insignito di una stella Michelin. Qui potrete sceglie fra due menù, uno a tendenza tradizionale e uno più creativo. Mi sento di consigliarvi, a fini culturali, il menù più tradizionale di cui due piatti su tutti sono memorabili: la patata viola, il gambero rosso ed il Franciacorta -che spicca per suadenza ed equilibrio- e l'insalata tiepida di pollo bio, sarde essiccate di Monte Isola, salsa verde e pop-corn di pollo, che ci riporta ai profumi e ai sapori della campagna franciacortina e del lago d'Iseo. Il menù si completa con i ravioli di coniglio alla bresciana, burro di malga, salvia e parmigiano croccante e con uno splendido manzo all'olio con polenta che vi rimarrà impresso per morbidezza e succulenza della carne e per la setosità della sua salsa. In abbinamento, per i primi due piatti, Berlucchi “Cellarius” Pas Dosè 2006 è uno spumante che potrà darvi grandi soddisfazioni, mentre per quanto riguarda i ravioli e il manzo all'olio il consiglio, se volete rimanere nel territorio, è di orientarvi su uno dei numerosi rossi Curtefranca che la regione può offrirvi.

Berlucchi
Piazza Duranti, 4 
25040 Borgonato di Corte Franca (BS)
Tel. 030 984381 
www.berlucchi.it 
info@berlucchi.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina