Notizie
Home > Notizie > Già, Bianco targato Fontanafredda

Già, Bianco targato Fontanafredda

Salvatore Marsillo
Dal n.94 di
Fotografia

Eataly è una vetrina di eccellenze enogastronomiche i cui meriti, in termini di promozione del comparto agroalimentare italiano, sono così evidenti che non occorre ribadirli. In ognuna delle città in cui è presente è meta di buon gustai e bon vivant attirati da un’offerta talmente varia da impressionare anche i più esperti. E così capita che, passeggiando tra gli scaffali del reparto “Vini”, ci si possa imbattere in primizie enologiche e innovative etichette che da subito riescono a catturare l’attenzione; è questo il caso del Già di Fontanafredda, un vino che incuriosisce già dalla bottiglia dall’insolita capacità di un litro. Questa etichetta fa parte di una linea battezzata “Valori Bollati” che propone un approccio al consumo responsabile e attento alle esigenze della sicurezza stradale; i vini di questa serie sono proposti nella classica bottiglia da 0,75 cl e nel nuovo formato da mezzo litro, un litro e un litro e mezzo; a ogni Volume Bollato corrispondono due bicchieri esatti di vino a testa (rispettivamente mezzo litro per due persone, il litro per quattro, ecc.), una quantità che, indicativamente, consente di restare al di sotto dei limiti imposti dalla legge a chi si mette al volante. Inoltre Fontanafredda, una delle aziende più rappresentative delle Langhe con i suoi cento ettari dislocati sulle colline di Serralunga d’Alba, Barolo e Diano d’Alba, partecipa insieme ad altre 11 cantine italiane a un progetto chiamato “Vino Libero”. Questa associazione intende applicare un modello di agricoltura ecosostenibile e rispettosa dell’ambiente che tuteli la salute del consumatore e al tempo stesso risulti vantaggiosa dal punto di vista economico per il produttore. Tutte le aziende associate praticano quindi regimi di coltivazione che privilegiano i processi naturali, usano solo concimi organici, non fanno ricorso a erbicidi o diserbanti e utilizzano una quantità di solfiti molto inferiore, almeno del 40%, rispetto a quanto consentito dalla legge, pur garantendo la perfetta conservazione dei vini. Tutte le regole condivise sono confluite in un documento denominato Disciplinare Tecnico di Produzione Vitivinicola Integrata Evoluta (DTPIE).

Il bianco Già, prodotto dalla costola marchigiana dell’azienda nella più stretta osservanza di questo disciplinare, è frutto di uve 100% Verdicchio, coltivate sulle colline di Jesi esposte a sud-est/sud-ovest, caratterizzate da terreni prevalentemente argillosi. Le vigne sono allevate a guyot con densità di 3.600 piante per ettaro; la fertilizzazione è realizzata con prodotti di origine organica e la lotta alle erbe infestanti è gestita solo con sfalci e lavorazioni naturali del terreno. Appena vendemmiati i grappoli sono sottoposti a una veloce lavorazione che implica una quantità di solforosa minore addirittura del 65% rispetto al limite legale e che porta, dopo 3-4 mesi di affinamento in acciaio, al prodotto finito. Già disponibile quindi l’annata 2013 che si propone come un vino dalla silhouette essenziale, profumato di ranuncoli e fiori di acacia, di pesche acerbe e mele annurche, indovinato in ogni momento del pasto per una beva semplice, all’insegna della bassa alcolicità (12%) e di un’invitante freschezza agrumata.

Fontanafredda
Via Alba, 15
12050 Serralunga d'Alba (CN)
Tel. 0173 626111
www.fontanafredda.it
info@fontanafredda.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina